i bellissimi panorami delle alpi albanesi

Le Alpi albanesi: alte vette, natura incontaminata e villaggi remoti nel nord dell’Albania

Le imponenti ma altrettanto poco conosciute Alpi albanesi sono situate nel nord del Paese, incastonate tra Kosovo e Montenegro. Tra alte vette, verdi altipiani ricoperti da piante e fiori, cascate d’acqua e remoti villaggi alpini, regalano un’esperienza davvero emozionante, che lascia senza fiato. La maggior parte del territorio delle Alpi albanesi è compresa in due magnifiche aree protette: il Parco Nazionale di Valbona e il Parco Nazionale di Theth, che si possono percorrere a ritmo di trekking grazie a numerosi sentieri, adatti anche a camminatori solo mediamente allenati

L’Albania è un paese davvero molto affascinante, che ti può regalare grandissimi emozioni se lo scegli come destinazione di viaggio.

Anche se è un piccolo paese ha un territorio davvero molto vario e ricco di ricchezze naturali e culturali, che puoi scoprire spostandoti di soli pochissimi chilometri.

Immagino che se la conosci già è per le sue belle spiagge che si affacciano sul Mare Adriatico e sul Mare Jonio, ma sono quasi certo che non hai mai sentito parlare delle Alpi albanesi nella parte nord-occidentale, che confina con il Montenegro e con il Kosovo.

Lo splendido territorio delle Alpi albanesi

Le Alpi albanesi fanno parte del gruppo montuoso Prokletije e si trovano a nord del fiume Drini e a ovest del fiume Valbona, e rappresentano circa l’8% dell’interno territorio del Paese. Si estendono fino al Kosovo e al Montenegro orientale, e la via dal quale sono meglio accessibili è quella dalla città di Scutari, che a sua volta si trova a circa 2 ore dalla vivace capitale Tirana.

Il paesaggio delle Alpi albanesi è fatto da catene montuose con alte vette, numerosi altipiani, corsi d’acqua d’alta quota che scendono nei canyon profondi e bellissime valli ricoperte da faggi e da pini. Un vero paradiso se come me sei amante del trekking, del climbing e dell’escursionismo.

Tra le vette sorgono due tra le zone alpine più suggestive di tutti i Balcani: il Parco Nazionale di Theth e il Parco Nazionale di Valbona. Due autentici gioielli di biodiversità che ti lasceranno davvero a bocca aperta.

La cima più alta delle Alpi albanesi è quella di Maja Jezerca (Cresta del Lago), con i suoi 2694 metri sul livello del mare, che è anche la seconda più importante del Paese dopo quella del monte Korab, che invece si trova al confine con la Macedonia nella porzione nord-orientale dell’Albania.

La seconda catena più alta delle Alpi albanesi si trova a Nord-Ovest ed è quella di Bjeshkët e Namuna (Le Montagne Maledette), che raggiungono un’altitudine di circa 2400-2500 metri, e che sono state addirittura raccomandate da Bloomberg come luogo ideale per praticare il climbing.

Il territorio delle Alpi albanesi può essere idealmente diviso in tre parti: la Valle di Shala con il Parco Nazionale di Theth, la Valle di Valbona con il Parco Nazionale di Valbona, e il territorio di Vermosh.

La Valle di Shala e il Parco Nazionale di Theth

La valle di Shala è la zona più importante delle Alpi albanesi, ed è qui che si trovano anche i maggiori centri abitati della regione, tra i quali Theth e Rrogam.

– Il villaggio di Theth

Theth, che è uno dei luoghi turistici più popolari di tutta l’area, è inserito nel Parco Nazionale di Theth, davvero molto importante dal punto di vista naturalistico e della biodiversità, che ha un’estensione di circa 2630 ettari e dislivelli che variano da 600 a 2570 metri.

Theth dista solo 70 chilometri da Scutari, ma se decidi di andarci preparati a una bella avventura, perchè arrivarci non è affatto semplice.

Infatti la strada è sterrata e rocciosa, per cui con una macchina normale rischieresti di danneggiare seriamente gli ammortizzatori. Quindi ti raccomando di cercare il passaggio da qualcuno che ha un 4X4. Io l’ho fatta con una normale berlina e ho avuto un sacco di problemi, tanto che ad un certo punto credevo proprio di rimanere a piedi.

A Theth la vita è semplicissima e lontana dalla modernità a cui siamo abituati. Il tempo è scandito solo dal ritmo delle stagioni, dall’alternanza giorno-notte e dallo scroscio dell’acqua. Uno posto dove ci sono ancora galline, cavalli e capre che vivono trnquilli tra i verdi pascoli alpini.

Noterai che il piccolo villaggio è disseminato  da case tradizionali chiamate “Kulla”. Queste case si sviluppano in altezza e hanno mura spesse in pietra, con il tetto spiovente. In passato ospitavano le numerose famiglie patriarcali albanesi, mentre oggi ospitano i viaggiatori che giungono qui per praticare l’arrampicata sportiva, la speleologia, escursioni in kayac o in mountain bike, speleologia, pesca o escursionismo.

La cittadina è circondata da cascate, come la cascata di Grunas, che ha un salto d’acqua di 30 metri d’altezza, ma anche la fonte di acqua fredda di Okol, e le splendide grotte di Birrat me Rrathë.

– Il villaggio di Rrogam

E poi c’è Rrogam, un piccolo villaggio remoto, circondato da un panorama naturale che ti regalerà colori di rara bellezza. Da un lato ammirerai l’acqua cristallina del fiume Valbona, che contrasta con il verde brillante della montagna appuntita e il blu intenso del cielo.

Il territorio del Parco Nazionale di Theth è caratterizzato da valli strette e profonde, piene di rapide, cascate, canyon, burroni inseriti in una vegetazione di incredibile bellezza, che rapisce e ipnotizza.

Nelle acque del ruscello Theth trova il suo habitat naturale la rara trota marmorea, che ha un sapore molto speciale simile a quella delle trote che ho mangiato sulla Isla del Sol, in Bolivia. Si può cucinare in diversi modi, dando vita a ricette tutte squisite, che secondo me sono tra le più buone della cucina tradizionale albanese.

Ti basti pensare che il 90% dell’area protetta è coperta da alberi di faggio e di pino che forniscono l’ombra necessaria per molte specie di fiori, tra le quali la Wulfenia baldacci, scoperta dal botanico Baldacci. La cosa strana è che questo fiore si trova solo a Theth.

La fauna è ricca come la flora, tra le quali la specie più impressionante è quella dell’acquila d’oro, tanto importante che è proprio il simbolo del Paese.

La Valle di Valbona e il Parco Nazionale di Valbona

Un’altra valle molto bella nel cuore delle Alpi albanesi è la Valle di Valbona, che confina con la Valle di Shala, e con la quale condivide la bellezza naturale del territorio.

Quasi tutto il territorio della Valle di Valbona è compreso nel Parco Nazionale di Valbona, che si estende per circa 8000 ettari, ed è considerato la meraviglia delle Alpi.

Il fiume Valbona è davvero magnifico, e bellissimo è il ruscello Cerremi che scorre tra le fessure di roccia delle pareti montuose prima di diventarne parte. Il ruscello crea un canyon molto attrattivo, di 2-3 metri di larghezza per 50 di profondità.

Valbona è la località più importante dell’area ed è davvero bella, ma è molto più remota di Theth. Anche qui vedrai molte case tradizionali che creano una vista pittoresca in simmetria con la meraviglia naturale della valle.

E anche qui si soggiorna a a casa degli abitanti, che danno ai turisti una sincera e generosa ospitalità, aspetto per cui sono molto conosciuti.

Sempre all’interno del Parco Nazionale di Valbona passerai per dei villaggi molto belli e pittoreschi. Il più bello è sicuramente Dragobia, anche questo totalmente in stile alpino.

Proseguendo verso sud troverai un’altra località alpina molto bella: Bajram Curri, dove c’è la famosa caverna nella quale l’eroe nazionale Bajram Curri fu circondato e ucciso. Ed è proprio dopo questo evento che la città prese il suo nome. A 3 chilometri dalla località troverai l’incantevole sorgente di Shoshan.

L’area è anche molto conosciuta per la sua caratteristiche cucina regionale, con specialità come mazja, flija e pitja.

I 5 migliori B&B e hotel a Valbona

Se vuoi visitare questa magnifica area delle Alpi albanesi ti consiglio di fermarti a dormire la notte prima a Valbona. Di B&B e hotel a Valbona ce ne sono parecchi, molti dei quali di buona qualità. Qui di seguito te ne suggerisco 5 che conosco personalmente e nei quali mi sono trovato molto bene. I prezzi medi che ti indico si riferiscono a camera a notte, per 2 persone.

Il sentiero da Theth a Valbona: il più bello percorso di trekking dei Balcani

Le città di Theth e di Valbona sono unite da un affascinante percorso di 6-7 ore da fare a piedi, che potrai percorrere anche senza l’aiuto di una guida turistica, perchè è davvero molto ben segnalato. Ma non è possibile percorrerlo tutto l’anno, perchè d’inverno è ghiacciato, e per questo non lo potrai percorrere nemmeno con un fuoristrada.

Se decidi di farlo ricordati di controllare con precisione le previsioni del tempo prima di partire, infatti camminare in mezzo ad una tempesta diventerebbe molto pericoloso, anche perchè attraverserai le cime più alte del Paese.

Il tragitto più semplice e sicuro consiste nell’arrivare in macchina fino a Fierze, per poi percorrere il Lago di Koman in traghetto.

Vedrai che paesaggi che attraverserai cambiano in parallelo alla tua ascesa verso il passo attraverso il quale svalicherai da una valle all’altra.

Il percorso è lungo circa 15 chilometri e ha un dislivello complessivo di quasi 1000 metri, quindi lo potrai fare facilmente anche se non sei un camminatore esperto ma solo mediamente allenato.

I 5 migliori B&B e hotel a Theth

Se vuoi visitare l’area delle Alpi albanesi di Theth, invece che dormire a Valbona puoi scegliere anche questo grazioso villaggio. Di B&B e hotel a Theth ce ne sono diversi, molti dei quali di buona qualità. Qui di seguito te ne suggerisco 5 che conosco personalmente e nei quali mi sono trovato molto bene. I prezzi medi che ti indico si riferiscono a camera a notte, per 2 persone.

Vermosh: un’incantevole villaggio nel cuore della regione di Kelmed

Un’altra località delle Alpi albanesi che non ti devi perdere per nessuna ragione è Vermosh, nella parte più occidentale del Paese, a circa 95 chilometri da Scutari, e nel cuore della regione di Kelmed.

Vermosh è situato in un contesto alpino a 1100 metri sopra il livello del mare, ed è circondato da alti picchi, dove si può fare climbing oppure trekking ed escursionismo, così come sciare durante l’inverno.

Bellissimo è il fiume Cemi, con le sue acque cristalline che producono un incedibile contrasto con l’ambiente circostante. Durante l’estate le rive del fiume sono perfette per prendere il sole, oppure per praticare pesca sportiva.

Qui, come a Theth o a Valbona, avrai la possibilità di sperimentare la vita del villaggio tradizionale e l’ospitalità sincera dei suoi abitanti, che tra l’altro ti prepareranno anche ottime specialità gastronomiche tipiche.

Prima di partire ti consiglio di dare un’occhio al sito Albania – Get your own way, dove potrai trovare interessanti informazioni per organizzare il viaggio.

I 5 migliori hotel a Scutari

Per visitare la bellissima area delle Alpi albanesi puoi fare anche base a Scutari. Sicuramente questa è un’ottima opzione anche per conoscere la bellissima città, ricca di testimonianze storiche culturali e con una vita sociale molto frizzante. E poi c’è il fantastico Lago di Scutari, che non ti puoi perdere! Di hotel a Scutari ce ne sono tanti, molti dei quali di buona qualità. Qui di seguito te ne consiglio 5 e ti indico i prezzi medi che si riferiscono a camera a notte, per 2 persone.

Condividi:

Ti è piaciuto l'articolo?