il Ponte di Mezzo (Ura e Mesit) di Scutari

Scutari (Shkodra): la bellissima città culturale dell’Albania nord-occidentale

Scutari (Shkodra o Shkoder) è una bellissima città dell’Albania nord-occidentale, al confine con il Montenegro, e punto di ingresso per visitare le bellissime alpi albanesi. È una delle città più vivaci del paese, caratterizzata da un interessante patrimonio storico-culturale e religioso, e inserita in un contesto naturale davvero molto ricco, che ha come apice il suo lago, il Lago di Scutari, che il più grande dei Balcani, dove si trovano habitat specifici che consentono lo sviluppo di molte specie di flora e di fauna, diverse delle quali endemiche

Scutari (Shkodra o Shkoder) è una città dell’Albania nord-occidentale al confine con il Montenegro, e a circa due ore della capitale Tirana, che ti consiglio di visitare assolutamente se decidi di conoscere il territorio del Centro-Nord questo stupendo Paese.

Tra l’altro è il punto di partenza per visitare le bellissime Alpi albanesi, uno delle regioni meno conosciute ma secondo me in assoluto la più affascinante.

Scutari è anche una delle località più antiche e ricche di cultura della penisola balcanica e in assoluto la più antica dell’Albania, tanto che la sua fondazione risale addirittura al Secolo IV d.C.

Infatti, ti accorgerai anche da solo che la città ospita un patrimonio culturale molto ricco, e in più ha dato i natali a molte personalità come scrittori e poeti, fotografi, pittori, musicisti e artisti che hanno raggiunto la fama internazionale.

E poi visitare Scutari è un’ottima scusa per provare alcuni dei piatti più squisiti della cucina tradizionale albanese, ovviamente a base di pesce di acqua dolce, in uno dei tanti ristorantini tipici che si trovano proprio sulle sponde del suo bellissimo lago, che si chiama semplicemente Lago di Scutari.

Il Lago di Scutari

Il gioiello di Scutari è senza dubbio il Lago di Scutari, sulle rive del quale si affaccia una porzione della città. Il Lago di Scutari è uno dei più grandi dell’Europa meridionale e in assoluto il più grande dei Balcani, ed è in parte in territorio albanese (per un terzo) e in parte in territorio montenegrino.

Se sei un amante della natura, il Lago di Scutari è un vero must, soprattutto se sei un appassionato di birdwatching. Le paludi sulle sue coste generano una interessante varietà di habitat naturali che hanno consentito lo sviluppo di una interessante biodiversità sia animale che vegetale.

Infatti, lungo tutte le rive del Lago di Scutari crescono numerosi tipi di erbe medicinali e molte specie di orchidee, e c’è una delle popolazioni di uccelli più grandi del continente, con più di 270 specie, seconda solo a quella presente nel delta del Danubio.

Sulle belle sponde del Lago di Scutari puoi trovare anche molti uccelli rari, tra i quali i cormorani pigmei, le cicogne, gli aironi e il pellicano dalmata meridionale. Mentre le montagne che circondano le acque del lago ospitano lupi, cinghiali, lucertole, serpendi, e tartarughe selvatiche. Il Lago di Scutari è anche ricco di pesci: tra le 48 specie di pesci presenti, be 15 sono endemiche.

Scutari (Shkodra o Shkoder): una delle città più vivaci dell’Albania

Al di la del suo bellissimo lago, ti consiglio di visitare Scutari anche per assaporare la sua atmosfera vivace e attiva che potrai trovare solo in pochissime altre città dell’Albania.

Alla sera le sue strade di riempiono persone che trascorrono le ultime ore della giornata all’aperto passeggiando per la bellissima Rruga Kolë Idromeno e Shëtitorja e Molos, sulle rive del fiume Boiana, o che si siedono ai tavoli di uno dei tanti bar per chiacchierare davanti a un caffè o ad un aperitivo.

Il patrimonio storico e culturale di Scutari

Ma soprattutto, ti consiglio di fermarti a visitare Scutari per ammirare il bellissimo Rozafa Castle (Castello di Rozafa), che si erge maestoso su una collina rocciosa nella parte occidentale della città, e che ti regalerà una bellissima vista sulla sua vallata fino alle rive del Lago di Scutari.

Un altro luogo emblematico è il Ponte di Mezzo (Ura e Mesit), scenografico ponte di origine ottomana collocato a 8 chilometri a Nord-Est della città, lungo quella che era l’antica via carovaniera che univa l’Albania al Montenegro e al Kosovo. 

Bellissimo è anche il Castello di Drisht, di origine medioevale, che si trova su una collina a 6 chilometri dal villaggio di Mes. All’interno delle mura di questo bellissimo castello si nasconde il minuscolo borgo musulmano di La Kala: una decina di case in tutto che circondano una moschea, piccola ma davvero degna di essere visitata.

Passeggiando per i quartieri storici di Scutari troverai altri bellissimi edifici di culto, sia cristiani che musulmani. I più belli di tutti sono sicuramente la Moschea di Piombo, che prende il nome proprio dalla sua particolare cupola di piombo, e la Moschea Ebu Bekër, detta anche Xhamia e Madhe.

Oltre a queste, ti consiglio di visitare anche alcuni dei luoghi di culto cristiani, soprattutto Cattedrale di Santo Stefano, (Kisha e Madhe), che è importante per i cittadini di Scutari perchè nel 1993 è stata visitata da Giovanni Paolo II, così come la moderna Cattedrale Ortodossa della Natività di Gesù (Katedralja e Lindjës së Krishtit).

L’Archivio Marubi

Molto interessante da visitare è anche l’Archivio Marubi (Museo Nazionale di Fotografia Marubi), che ospita 500.000 negativi di immagini che ritraggono l’Albania tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento: cittadini, militari, politici e commercianti del posto e di passaggio a Scutari, momenti di quotidianità, eventi storici e ovviamente bellissimi scorci del Lago di Scutari.

Come intuirai dal nome, il museo è dedicato a Pietro Manubi, fotografo italiano autore di queste fotografie che emigrò in Albania perchè sospettato di omicidio in Italia. A Scutari aprì proprio il primo laboratorio fotografico del Paese, dove per anni si recavano le famiglie per avere delle foto ricordo, visto che praticamente a quel tempo nessuno possedeva le macchine fotografiche.

I 5 migliori hotel a Scutari

Se hai deciso di visitare la bellissima Scutari e devi cercare una sistemazione dove dormire, ti consiglio assolutamente di cercare un hotel in centro, nelle immediate vicinanze di Rruga Kolë Idromeno, perchè è in assoluto la zona più sicura (di giorno e di notte), e anche quella dove puoi trovare tanti bar, ristoranti e alcuni dei migliori luoghi nei quali tirar tardi la sera.

Come puoi immaginare, a Scutari puoi trovare tutti i tipi strutture, anche alcune davvero di bassa qualità, ed è per questo che ti voglio aiutare consigliandoti i 5 migliori hotel a Scutari in centro, che sicuramente ti garantiscono un ottimo rapporto qualità-prezzo, e che ho provato personalmente durante le tante volte che sono tornato in città nel corso degli ultimi anni. I prezzi medi che ti indico si riferiscono a camera a notte, per 2 persone.

  • Alis Hotel (4 st., pr. medio: 60-70 euro, voto >9)

Se pensi che questi alberghi che ti ho suggerito a Scutari non fanno per te, qui sotto puoi trovare una mappa dove ce ne sono molti altri, sia in centro che vicino alle sponde del Lago di Scutari. I prezzi medi che ti indico si riferiscono sempre a camera a notte, per 2 persone.

Booking.com
Condividi:

Ti è piaciuto l'articolo?