un week-end a nizza per visitare la place messena

Un week-end a Nizza: quattro passi alla scoperta della luminosa Perla della Costa Azzurra

Un week-end a Nizza è un’ottima opportunità per conoscere quella che secondo me è in assoluto la più bella città della Francia e una delle più belle del mondo, a due passi dalla frontiera italiana di Ventimiglia. Frizzante, cosmopolita, ricca di tradizione e di tipicità, e con un inestimabile patrimonio storico e culturale, è soprattutto una città con una luce molto particolare, che fa scintillare il mare, e che le dona un aspetto magico durante tutte le stagioni dell’anno

guida Lonely Planet Provenza e Costa Azzurra

Non conto più le volte nelle quali sono stato a Nizza, che mi piace definire la Perla della Costa Azzurra. É una mia definizione personale, perché amo davvero moltissimo questa splendida città.

Quello che mi affascina da sempre è il suo carattere frizzante e multiculturale, che si sposa perfettamente con la sua eleganza e raffinatezza, e la sua luminosità, che forse è l’aspetto che più di altri la caratterizza ai miei occhi.

Nizza ha infatti una luce molto particolare, forse perché la il sole splende più di 300 giorni l’anno, rendendo il mare di un azzurro intenso, quasi accecante, che si riflette sui suoi palazzi storici finemente decorati, molti dei quali risalenti al periodo della Belle Epoque.

In tutte le stagioni un week-end a Nizza è un’ottima opzione per rilassarsi al mare, per entrare a contatto con un ricco patrimonio culturale, monumentale e museale delle più diverse epoche e stili artistici, e per conoscere la sua gastronomia tipica e i suoi mercati, tutto questo a due passi dall’Italia.

Un week-end a Nizza comincia con la visita del lungomare e della Città Vecchia

Per prima cosa, ogni volta che vado Nizza, faccio una bella passeggiata per il lungomare, percorrendo Quai des États-Unis e la Promenade des Anglais, più o meno fino all’Hotel Le Negresco, uno dei luoghi più storici e celebri della città, che con la sua architettura è uno dei più begli esempi di edifici Art Decó.

Definire il lungomare di Nizza come un semplice “lungomare” è davvero riduttivo. Perché oltre ad essere lunghissimo, è anche molto largo, e queste due caratteristiche lo rendono una specie di autostrada pedonale lungo il mare, e sicuramente il luogo più amato dai nizzardi e dai turisti, sia d’estate che d’inverno.

C’è chi passeggia, chi va con i roller (pattini in linea), o chi sceglie di fare un percorrerlo sfrecciando in bicicletta. Oppure chi si rilassa con un libro sotto grandi strutture (che assomigliano a gazebo giganti) collocate in diversi punti, che nelle caldissime giornate d’estate regalano un po d’ombra e di fresco, e sono sicuramente il luogo ideale per godersi la vista del mare.

– Parc de la Colline du Chateau

Quai des États-Unis inizia ad est nei pressi del bellissimo Parc de la Colline du Chateau (Parco della Collina del Castello), nel quale si trovava proprio il castello cittadino, che era munito d’una cittadella reputata inespugnabile, e che fu interamente distrutto dalle truppe di Luigi XIV nel 1706.

Il Parco è uno splendido labirinto verde che si sviluppa in salita, ricco di piante tipiche della vegetazione marittima, che devi assolutamente visitare se vuoi avere una splendida vista sulla città, soprattutto sulla Baia degli Angeli, sulla città vecchia e sull’adiacente porto turistico (il Port Lympia).

Bellissime sono anche le Cascade du Casteu (Cascate di Casteu), e la zona archeologica, mentre sulla sommità due cimiteri monumentali: il Cimetière Israélite (Cimitero Ebraico) e il Cimetière du Château (Cimitero del Castello), che per la loro posizione sul mare mi ricordano vagamente il Cementerio de La Perla, nel cuore del Viejo San Juan de Puerto Rico.

A me piace visitare questo parco soprattutto di sera, quando si può vedere il lungomare illuminato. Qualcosa di davvero spettacolare, indescrivibile a parole.

– La Vieille-Nice

A partire da Quai des États-Unis, si entra nella Vieille-Nice (la Città Vecchia), nella quale mi piace perdermi a zonzo tra le viette, senza una meta, e ogni volta mi sembra di visitare una città diversa, anche se magari sono passati solo pochissimi mesi dall’ultima volta che l’ho vista.

Puoi cominciare la tua visita dal bellissimo edificio che ospita il Casino du Palais De La Méditerranée (Casinò del Palazzo del Mediterraneo) in stile Belle Epoque, splendido soprattutto di sera quando è illuminato.

Da qui ti consiglio di visitare il Jardín Albert I (Giardino di Alberto I), uno dei parchi più storici della città, dove puoi trovare molte specie di palme differenti, e roseti antichi.

È proprio di fronte al mare, e il suo elemento distintivo sono le arcate di vegetazione che circondano un grande prato abbellito da vasche e fontane. Nel Théâtre de Verdure della fine del Secolo XIX, che è lo spazio scenico semicircolare inserito al suo interno, si svolgono spesso spettacoli musicali e teatrali all’aperto durante la stagione estiva.

Nel Jardín Albert I puoi ammirare anche l’Arc du Venet (Arco di Venet), offerto alla città dell’artista Bernat Venet nel 1988. È un grande arco rovesciato, e costituisce un’importante testimonianza di arte contemporanea.

Prendendo la Promenade du Paillon ti troverai nella grandissima Place Masséna (Piazza Masséna), il centro geografico della vecchia città di Nizza, e in assoluto la più bella e la più importante.

Ti salteranno subito agli occhi i suoi palazzi ad arcate, tutti di colore rosso pompeiano, e sul lato est vedrai le colline, che assomigliano vagamente a quelle della Toscana.

La Piazza è stata completamente restaurata nel 2007, e per l’occasione sono state collocate su alti piedistalli sette opere d’arte dell’artista spagnolo Jaume Plensa, che sono intitolate Conversation à Nice (Conversazione a Nizza).

Sono sette uomini accovacciati che di notte si illuminano, che rappresentano i sette continenti, e sono una metaforo della comunicazione delle differenti comunità nella società odierna.

Davanti agli edifici rossi non potrai non notare la bellissima Fontaine du Soleil (Fontana del Sole), con il Dio Apollo che si erge fiero al centro, e i giochi d’acqua che si sviluppano tra figure mitologiche in bronzo collocate alla base.

– La Promenade du Paillon

Dal Theatre de Verdure comincia la Promenade du Paillon, un percorso pedonale all’interno di un parco di 12 ettari che arriva fino al Musée d’Art Moderne et d’Art Contemporain MAMAC (Museo d’Arte Moderna e d’Arte Contemporanea), e include il Théâtre National de Nice (Teatro Nazionale di Nizza).

La passeggiata della Promenade du Paillon è in assoluto la mia preferita, perché è molto bella e rilassante. Quando visito Nizza mi fermo sempre qui per riposarmi qualche ora, anche perché nella parte iniziale ci sono le fontane che zampillano da terra, e che cambiano colore. Un po come le Fontane Magiche di Barcelona, anche se molto in miniatura.

In buona sostanza è un polmone verde molto ampio con un corridoio al centro, e di volta in volta è allestito per creare diverse ambientazioni. Teatro per lo svolgimento di manifestazioni estive, spazio artistico e culturale, e area gioco per i più piccoli.

Nizza ha anche moltissimi musei, diversi dei quali molto importanti a livello internazionale, quasi tutti concentrati nel centro storico e nelle sue immediate prossimità.

Un week-end a Nizza è l’occasione per conoscere i mercati tradizionali del pesce, della frutta e verdura, e dell’artigianato nizzardo

Ma secondo me il modo migliore di trascorrere un week-end a Nizza è quello di passeggiare per i suoi mercati, che sono delle vere e proprie chicche, e nei quali potrai trovare anche molte squisite specialità nizzarde da gustare mentre passeggi.

Il più celebre è sicuramente lo storico Marché Aux Fleurs Cours Saleya (Mercato dei Fiori Corso Saleya), dal nome della piazza del centro storico nella quale si svolge questo splendido mercato dei fiori e delle primizie provenzali.

Per la sua importanza culturale, questo mercato è riconosciuto dal Consiglio Nazionale delle Arti Culinarie francese quale uno dei mercatini d’eccezione. Lo puoi trovare tutti i giorni tranne il lunedì.

Sempre in questa piazza trovi anche il coloratissimo Marché Aux Fruits et Légumes du Cours Saleya (Mercato della Frutta e dei Legumi Corso Saleya), nel quale è esposta e venduta frutta. Un mondo di vegetali e primizie che provengono sopratutto dall’entroterra nizzardo. Anche questo lo puoi trovare tutti i giorni tranne il lunedì.

Accanto a questi due mercati c’è anche il Marché a La Brocante Saleya, che non ti devi assolutamente perdere se sei un appassionante di mobili e soprammobili vintage. In questo mercato trovi anche curiosità introvabili altrove. Come gli altri c’è tutti i giorni tranne il lunedì.

Se hai avuto la fortuna di aver visitato Madrid vedrai che è molto simile al Mercado del Rastro, anche se per me quest’ultimo non ha eguali.

Nella Placa Toja c’è invece il Marché Aux Poissons (Mercato del Pesce), dove potrai trovare una grande varietà di pesce appena pescato, esposto in modo molto elegante e coreografico. Anche questo mercato c’è tutti i giorni tranne il lunedì.

Nelle serate estive da metà Maggio a metà Settembre in questa zona c’è anche il Marché Artesanal Nocturne (Mercato Artigianale Notturno), nel quale i bravissimi artigiani nizzardi espongono vasi, gioielli e quadri. Ti sarà impossibile andartene senza aver comprato qualcosa. Il mercato c’è tutti i giorni tranne il lunedì, dalle 18,00 alle 24,00.

Quando trascorrere un week-end a Nizza

Il periodo migliore per un week-end a Nizza? Come ti ho detto a me piace in tutte le stagioni, ma ti consiglio la primavera, da Aprile alla prima metà di Giugno, quando il caldo non è ancora opprimente, oppure Settembre, per approfittare delle giornate ancora lunghe. Ma potete trovare dei fine settimana con tempo splendido anche durante gli altri mesi dell’anno.

O magari programma un week-end a Nizza per partecipare al celebre Carnaval de Nice (Carnevale di Nizza), uno tra i più famosi al mondo, che si svolge durante le ultime due settimane di febbraio.

O perché no, un week-end a Nizza per assistere alle centinaia di esibizioni musicali del Nice Jazz Festival, tutti gli anni alla fine di Luglio. Che è senza ombra di dubbio uno dei più importanti festival di Jazz, con artisti che provengono da ogni angolo del globo.

L’Autobus Turistico di Nizza

Se decidi di visitare Perla della Costa Azzurra e hai poco tempo ti consiglio di usare l’Autobus Turistico di Nizza, un servizio molto utile per conoscere in poco tempo tutti i 14 “must della città” su bus a due pieni con il tetto scoperto.

Se compri subito il biglietto che riceverai immediatamente sullo smartphone, potrai toglierti il pensiero e salire immediatamente sull’autobus; l’unica cosa che devi fare è mostrarlo al conducente.

Dopo di che ti puoi mettere comodo e goderti un bellissimo giro della città della durata di 1,5 ore durante il quale (tra gli altri) visiterai il Museo Chagall, Museo Matisse, Piazza Garibaldi e Cattedrale di San Nicola (Eglise Russe).

Questo è il tempo del giro completo, ma tu sei libero di salire o scendere tutte le volte che vuoi nel tempo di validità che è di 24 ore o di 48 ore dal primo utilizzo. Quello di 48 ore ha ovviamente una piccola differenza di prezzo.

E poi hai a disposizione una audio guida in 6 lingue (compreso l’italiano) per conoscere tutto quello che stai osservando. Qui ti metto anche il link alla mappa dell’itinerario completo.

I 5 migliori alberghi dove dormire a Nizza

Se decidi di trascorrere un fine settimana a Nizza ti assicuro che avrai l’imbarazzo della scelta in fatto di alberghi, infatti ce ne sono di tutti i tipi e per tutte le tasche.

Io ti suggerisco di sceglierne uno vicino alla parte inziale del lunghissimo lungomare (Quai des États-Units), ancora meglio se in corrispondenza della Città Vecchia (Vieille Nice) e di Place Massena, che come ti ho detto è in assoluto la zona più bella e più suggestiva, e nella quale troverai moltissimi ristoranti e brasserie dove poter provare la deliziosa cucina tipica nizzarda. Ma anche tantissimi bar aperti fino a notte fonda.

Anche a Nizza ci sono stato molte volte, sia in vacanza che per lavoro, e ho alloggiato in tanti alberghi diversi, per cui mi permetto di suggerti quelli che secondo me ti garantiscono un’ottima relazione qualità/prezzo. Eccoli:

Condividi:

Ti è piaciuto l'articolo?