lisbona centro storico

Un week-end a Lisbona in Portogallo per scoprire i 4 quartieri del suo centro storico

Il centro di Lisbona, la capitale del Portogallo, è formato da 4 splendidi quartieri nei quali la sua storia millenaria e l’autentica tradizione portoghese si sposano magicamente con l’atmosfera moderna e cosmopolita che caratterizza le vie delle grandi città internazionali. I quartieri dell’Alfama, della Baixa, del Bairro Alto e del Chiado, con la loro architettura, con la loro gente e con la squisita gastronomia tipica portoghese sapranno regalarti delle sensazioni e delle atmosfere così forti che resteranno impresse nella tua mente per tantissimo tempo, e che sicuramente ti metteranno addosso un’irresistibile voglia di ritornare il prima possibile che solo i luoghi speciali come questo sono capaci di infondere

Visitare il centro di Lisbona in un solo fine settimana? Ebbene si, anche se le cose da vedere sono davvero tante è decisamente possibile! Io mi sono fermato solo tre giorni (dal venerdì alla domenica), durante un bellissimo viaggio in moto dal Sud al Nord del Portogallo, dopo aver visitato la Regione costiera dell’Algarve e le ventose località della Costa Vicentina, tra Sagres e Sines, e prima di arrivare alla stupenda Coimbra, città famosa nel mondo per il suo incredibile patrimonio storico-culturale e per ospitare una delle più antiche università europee.

In un solo week-end sono riuscito a visitare con calma tutti i quartieri che costituiscono il centro di Lisbona, e che sono quelli più emblematici, perchè racchiudono e custodiscono buona parte del suo importante patrimonio culturale e monumentale. Per la precisione, il centro storico di Lisbona è costituito dal Chiado, dalla Baixa, dall’Alfama e dal Bairro Alto, che come dice il nome si trova sulla parte alta della città.

Quello che non sono riuscito a visitare è la Mouraria, che è quello nel quale vive la gente più emarginata, e dove pare sia nato il Fado. Ma sarà una buona “scusa” per ritornare. E poi, pur essendo molto caratteristico, non si trova nel centro di Lisbona, ma in una zona periferica.

Il bellissimo centro di Lisbona

Che dire di Lisbona? Sicuramente se la visiti noterai che ha le caratteristiche della grande città, ma a me è sembrata decisamente tranquilla, e ho percepito un’atmosfera che mi è parsa simile a quella che si può trovare a Napoli o a Marsiglia, ma per certi versi anche a Genova.

Come per tutte queste città portuali, a volte anche Lisbona può sembrare un pò sgarruppata, soprattutto in alcune vie del centro storico strette e ombrose, molte delle quali hanno edifici molto vecchi e non ristrutturati, che però nel complesso non stonano, anzi….fanno la differenza. Ma presto ho capito che questa è forse la caratteristica più distintiva del centro di Lisbona, una delle tante che la rendono una città unica e speciale, assolutamente da visitare.

Sicuramente la città di Lisbona è molto cosmopolita (e non solo per via del turismo), che ha però saputo mantenere intatta la sua forte identità, sia dal punto di vista urbanistico che da quello culturale. Per non parlare di quello gastronomico.

Il centro storico di Lisbona è quasi totalmente in salita, quindi per visitarla bisogna preparasi a delle belle scarpinate, anche se alcune volte è possibile scegliere delle alternative che possono regalarti delle belle esperienze e una visuale molto suggestiva dell’insieme, come i tanti ascensori pubblici, le teleferiche e i celebri tram che sferragliano sui binari attraverso vicoli strettissimi facendo un gran rumore.

Ho scoperto che i tram e le teleferiche sono così caratteristici che sono diventate delle vere e proprie attrazioni, addirittura tra le cose più fotografate dalle migliaia di turisti che visitano ogni anno il centro di Lisbona. Sicuramente molto di più che chiese, monumenti e musei, che comunque sono tutti bellissimi. E io non sono stato da meno.

Ed ecco a voi i quattro splendidi quartieri del centro storico, un must per un week-end a Lisbona, soprattutto se non ci sei mai stato prima. Una buona idea è quelli di visitarli con la e-bike, per non fare fatica e fermarti quando vuoi. Ma se vuoi divertirti davvero puoi visitarlo in tuk tuk o in GoCar, e ti assicuro che vivrai una bellissima esperienza.

Alfama: il quartiere più antico del centro di Lisbona

La tua visita al centro di Lisbona deve cominciare dall’Alfama, il suo quartiere più antico, e si nota! Prima di tutto perchè ha mantenuto l’architettura spontanea con le quali la città era cresciuta all’interno delle mura antiche durante la dominazione araba (come dice il nome), e poi perchè è tradizionalmente poco più che un villaggio abitato da gente povera, in prevalenza pescatori.

E non pensare che il tempo abbia cambiato questa sua condizione, perchè le sue connotazioni passate perdurano anche adesso. Passeggiandoci ci trovi vicoli molti stretti che impediscono alla luce di entrare nelle vecchie case addossate l’una all’altra, con i proprietari molti dei quali altrettanto vecchi che, proprio per la scarsa illuminazione e per impostazione culturale, conservano l’abitudine di sedersi sui gradini sconnessi delle minuscole porte di ingresso, per chiacchierare tra di loro e far passare il tempo. Che in questa magnifica porzione del centro storico di Lisbona sembra proprio essersi fermato, senza nessuna voglia di ripartire.

Ma spesso i gradini delle case dell’Alfama vengono occupati anche dai tantissimi artisti di strada, che sono di passaggio o che vivono stabilmente a Lisbona, come palcoscenico improvvisato per esibirsi. Ma l’Alfama è diventato con il tempo anche il quartiere del centro di Lisbona in assoluto più turistico, il punto di confluenza di due anime: quella tipica portoghese e quella internazionale portata dalla tanta gente che visita la città in qualsiasi stagione dell’anno e da ogni parte del mondo.

Il quartiere è delimitato dal fiume Tago (Tejo in portoghese) nella parte bassa e dal Castelo de São Jorge (Castello di San Giorgio) nella parte alta, che devi assolutamente visitare anche perchè da là la vista del centro storico di Lisbona è davvero emozionante a qualsiasi ora del giorno.

Prima ho detto che il Castello di San Giorgio è nalla parte alta dell’Alfama, ma meglio dire che è nella parte “decisamente” alta, perchè per arrivarci devi prepararti a fare una salita così ripida che ti farà fare un bel pò di fatica. Ma se non sei abbastanza temerario da farla a piedi puoi sempre prendere il tram n.28, che ti porta vicinissimo, risparmiandoti il fiatone.

Io devo essere sincero, per salire ho optato per il tram perchè quel giorno faceva un caldo assurdo, e devo dire che la breve salita è stata davvero divertente. L’unica cosa alla quale devi stare davvero attento quando prendi i tram è quella di aggrapparti molto bene ai sostegni per non finire per terra o addosso a qualche altro passeggero, ma anche a sporgere la testa fuori dal finestrino per ammirare la strada, perchè lo spazio tra la fiancata dei tram e le pareti delle case è davvero minimo, e se ti sporgi ad ogni curva si ha la sensazione di sbatterci la testa. Vuoi visitare il centro di Lisbona su un tram speciale? Prova un’escursione sul tram turistico, e vivrai una bellissima e divertentissima esperienza.

Nella salita alla parte alta dell’Alfama è facile notare la moltitudine di bellissimi monumenti storici, ma anche i moltissimi bar e ristoranti che spesso di sera offrono interessanti spettacoli di fado, lo stile musicale tipico del Portogallo, che a me fa letteralmente impazzire.

Guardando in alto in direzione della sommità della collina si nota l’attrazione più importante dell’Alfama, e probabilmente la più importante dell’intera città: di Castelo de São Jorge (Castello di San Giorgio), che fino al Secolo XVI è stata la residenza reale, e come ti ho già detto sicuramente punto dal quale si può godere della migliore vista del centro storico di Lisbona. Impressionante è anche il parco che lo ospita, sia per le sue dimensioni che per la cura con cui viene mantenuto, e che se ti devo dire la verità mi è piaciuto anche di più del castello stesso.

Anche se durante la salita si possono incontrare molti altri belvedere (miradouros) che mostrano l’Alfama in tutta la sua bellezza, i due che non vi dovete perdere per nessuna ragione sono il Miradouro das Portas do Sol (Belvedere delle Porte del Sole), e il Miradouro de Santa Luzia (Belvedere di Santa Lucia), che pur essendo molto vicini tra loro ti offrono una vista leggermente differente soprattutto della parte bassa del quartiere.

Wow, che spettacolo. Scendendo dal castello ho curiosato qua e la e mi sono reso conto che nell’Alfama c’è un’impressionante concentrazione di chiese, inclusa la Sé de Lisboa, conosciuta anche come Igreja de Santa Maria Maior (Cattedrale di Santa Maria Maggiore), che è la più antica della città, insieme al Convento da Graça, che sorge vicinissimo al castello.

La Baixa: il quartire più elegante del centro di Lisbona

Il nome Baixa te lo dice chiaramente che è la parte più bassa del centro di Lisbona, e più precisamente è quella porzione del centro storico che dal fiume Tago arriva al quartiere dell’Alfama e al Bairro Alto. E mi è bastata una breve occhiata per capire che è anche la parte più elegante della città.

Il suo fulcro de La Baixa è l’incantevole Praça do Comércio (Piazza del Commercio), che trovi perfettamente quadrata, talmente grande che pare essere una delle piazze in assoluto più estese del mondo.

Mi sono impalato diversi minuti per ammirarla in tutta la sua maestosità, e per capire chi fosse il personaggio rappresentato nella grande statua al centro, che poi ho scoperto essere Dom José I (Giuseppe I), importante re del Portogallo e dell’Algarve durante il Secolo XVIII. La piazza è così grande che non esagero dicendoti che addirittura non riuscivo a vedere cosa c’era dall’altro lato.

Bellissimo è anche l’Arco da Rua Augusta (Arco della Strada Augusta), che poi è l’Arco di Trionfo di Lisbona, dal quale ha ovviamente inizio l’omonima Rua Augusta, forse la via più ricca ed elegante del centro di Lisbona e dell’intera città, secondo me incantevole soprattutto per il suo pavimento a mosaico.

Devo dire che l’Arco de la Rua Augusta è decisamente più bello dell’Arc de Triomf di Barcelona. Ma mi raccomando: non dirlo ai catalani, perchè potrebbero offendersi visto quanto sono permalosi su tutto quello che riguarda la loro città.

Se sei goloso quanto lo sono io, questo è il quartiere che fa per te. Passeggiando tra queste vie trovi alcune pasticcerie in assoluto più storiche di Lisbona, tra le quali ti consiglio di visitare la Casa Pereira da Conceição e São Nicolau Cafeteria.

E sono sicuro che se varchi la soglia di igresso non ne uscirai senza aver comprato almeno un paio delle squisite dolci delizie che preparano e che potrai assaporare mentre passeggi, oppure dopo aver assaggiato alcune ricette della gastronomia tipica portoghese in uno dei tanti ristorantini che trovi qua e là per il centro di Lisbona.

Al di là della bellissima visita al suo centro, un viaggio a Lisbona non può infatti essere definito tale se non ti fermi ad assaporare le ricche golosità lisbonesi che sanno anche di storia.

Quasi alla fine della Rua Augusta c’è un luogo davvero molto amato sia dagli abitanti di Lisbona che dai turisti: il Rossio. Che in fondo è solo una piazza, ma ha un incanto particolare, anche se sinceramente non so spiegare a parole il perchè. Me l’avavano detto, e te lo confermo assolutamente.

In fondo è solo e semplicemente una questione di sensazioni, ma presta attenzione: se in mano hai una cartina di Lisbona non troverai il Rossio da nessuna parte. E questo perchè il vero nome di questa piazza è Praca Dom Pedro IV (Piazza Don Pietro IV), e il nome Rossio è solo un termine locale rerditato dal passato che significa Grande Piazza. Ma non preoccuparti, anch’io ho avuto lo stesso problema quando sono andato a visitare Lisbona.

Quasi alla fine della Rua Augusta, prima di arrivare al Rossio, c’è un ascensore che si chiama Elevador de Santa Justa (Ascensore di Santa Justa), che porta alle rovine della Igreja do Carmo (Chiesa del Carmine), collegando il quartiere della Baixa con la parte alta del centro storico di Lisbona attraverso una specie di ponte sospeso.

Non preoccuparti perchè non avrai difficoltà a trovarlo. Infatti, per individuarlo ti basterà osservare la fila di gente che aspetta il suo turno per salirci. La lunga attesa che normalmente si deve fare vale la pena, perchè dall’alto avrai una bellissima panoramica del centro di Lisbona e, alzando lo sguardo, di tutta la città.

Il Chiado: il quartiere del centro storico di Lisbona amato da Pessoa

A pochi passi dalla Baixa incomincia il Chiado, il terzo quartiere del centro di Lisbona che indubbiamente deve la sua fama alla presenza dei negozi più eleganti, ma anche perchè ospita il Teatro di Lisbona, insieme a tantissime caffetterie storiche, tra le quali la più importante è sicuramente A Brasileira.

Proprio nei tavolini della terrazza di questo luogo il celebre scrittore e poeta portoghese Pessoa amava passare le sue giornate leggendo libri e conversando con gli amici. Ed è proprio per ricambiare questa sua grande affezione che la città di Lisbona gli ha dedicato una bella statua in bronzo che lo ritrae seduto su una sedia dello storico locale mentre sembra essere intento a meditare.

Il ponte sospeso che si trova all’arrivo dell’Elevador de Santa Justa collega proprio la Baixa con il Bairro del Chiado, e da li è d’obbligo una visita alle rovine del Convento do Carmo, alle quali gli abitanti di Lisbona sono particolarmente affezzionati perchè testimoniano la distruzione che la città ha vissuto a causa dell’impressionante terremoto del 1755.

Il Chiado è anche il posto ideale per rilassarsi dopo una passeggiata per il centro di Lisbona, perchè è punteggiato da tante piccole piazze arredate da panchine e abbellite da aiuole fiorite, tutte incantevoli, e nelle quali si alternano in continuazione le divertenti esibizioni di tantissimi artisti di strada che le usano come palcoscenico a cielo aperto.

– Il Bairro Alto: il quartiere della movida notturna

Come dice il nome, il Bairro Alto è la zona alta del centro storico di Lisbona. Una volta nel Chiado ci sono due modi per raggiungere il Bairro Alto: o sali a piedi dirigendoti a Nord del Largo de Camões, o fai come me e prendi la funicolare Elevador da Gloria (Ascensore di Gloria) che parte da Praça Restauradores e che raggiunge in pochi minuti il punto panoramico del Jardim de São Pedro de Alcântara (Giardino di San Pietro di Alcantara), dal quale puoi godere di una stupenda prospettiva della parte bassa della città.

Peccato che quando ci sono stato io stavano rifacendo i giardini ed era tutto transennato, motivo per il quale non sono riuscito a scattare fotografie degne di essere postate. Ma quella strepitosa vista ce l’ho ben impressa nella testa, anche a distanza di anni.

Devo dire la verità: quando sono salito al Bairro Alto di giorno sono rimasto davvero molto deluso, perchè a mio avviso è quello che ha meno attrattive rispetto agli altri quartieri del centro storico di Lisbona, e mi è sembrato addirittura noioso e molto trascurato, soprattutto per la presenza di muri pieni zeppi di scarabocchi che qualcuno osa chiamare graffiti. E se te lo dico credici, perchè se mi leggi sai che ho un grande rispetto per questa forma d’arte.

Ma al Bairro Alto ci sono poi ritornato di notte perchè ero curioso di vederlo con un’altra luce, e la sorpresa è stata grandissima, soprattutto perchè tutti i piccoli bar e locali che di giorno sono chiusi aprono dopo il calare del sole, e li troverai pieni straripanti di persone che chiacchierano sorseggiando un drink.

Insomma, il Bairro Alto di sera si trasforma e diventa il cuore della movida di Lisbona, regalandoti un’atmosfera molto frizzante e suggestiva, anche grazie ai lampioni accesi che illuminano le strade con una luce davvero calda.

Come nel Chiado, anche in molti di questi locali puoi ascoltare un’esibizione dal vivo di fado, il malinconico canto portoghese che per le sue caratteristiche si sposa molto bene con l’atmosfera che si respira nel quartiere durante le ore notturne. Non perderti almeno uno spettacolo, ma sceglilo di qualità, perchè è un’occasione che non capita tutti i giorni.

Visitare il meglio del centro di Lisbona in un giorno con un tour

Ormai avrai capito che per vedere le tante cose che ti può offrire il centro di Lisbona ci vuole almeno un fine settimana. Ed è appena sufficiente per avere un’idea abbastanza completa delle sue caratteristiche. Ma se non hai tutto quel tempo, perchè ad esempio sei solo di passaggio, puoi pensare comunque di assaggiarlo dedicandoci una mezza giornata. In questo caso ti suggerisco di acquistare un tour privato con guida che parla in italiano, con un servizio di transfert da/per il tuo albergo se non ce l’hai in centro. Qui sotto te ne propongo una che hanno acquistato alcuni amici, e che me l’hanno molto raccomandata soprattutto per la competenza e la gentilezza della guida che li ha accompagnati.

La Lisboa Card e l’Autobus turistico

Oltre alla visita privata, hai altre opzioni per poter visitare le principali attrazioni culturali nel centro di Lisbona e il suo prezioso patrimonio monumentale comodamente e in poco tempo: la Lisboa Card e un tour con l’Autobus turistico. La Toledo Card ti permette l’ingresso gratuito in più di 30 attrazioni della capitale portoghese. Puoi anche utilizzare il trasporto pubblico in maniera illimitata e conoscere al meglio la città per tutto il tempo di validità della card che è di 24, 48 o 72 ore.

Oppure, sempre se hai poco tempo a disposizione per visitare il centro di Lisbona, invece che il tour con guida puoi acquistare un’escursione sull’Autobus Turistico che con lo stesso biglietto ti da diritto a fare i 3 percorsi differenti: 2 da 100 minuti e 1 da 50 minuti che toccano tutti i luoghi più emblematici del centro e dei dintorni, ed effettua varie fermate. Nelle 24 ore di validità del biglietto puoi salire e scendere tutte le volte che vuoi.

I 10 migliori hotel nel centro di Lisbona

Se decidi di visitare Lisbona hai solo l’imbarazzo della scelta in fatto di hotel, e la maggior parte dei migliori per rapporto qualità-prezzo si trovano proprio nei quartieri del centro. Quindi ti consiglio di trovarne uno proprio lì, per essere comodo soprattutto se vuoi uscire la sera o fare una pausa nel pomeriggio.

Io a Lisbona ci sono stato diverse volte, ed per questo che mi permetto di consigliarti i 10 hotel che secondo me fanno proprio al caso tuo. In diversi di questi ci sono personalmente, mentre altri mi sono stati suggeriti da amici super fidati. I prezzi medi che ti indico si riferiscono a camera a notte, per due persone.

Se pensi che gli hotel che ti ho suggerito non fanno al caso tuo, nessun problema. Qui sotto ti metto una mappa per darti una panoramica completa di tutti gli hotel a Lisbona tra i quali puoi scegliere quello che ti ospiterà durante la tua visita!

Booking.com
Condividi:

Ti è piaciuto l'articolo?