abitanti di barichara

Barichara: la cittadina colombiana coloniale, che è da Oscar

Barichara è una minuscola e incantevole cittadina coloniale nel dipartimento di Santander in Colombia, che ha mantenuto intatto il suo caratterere autentico nel corso dei 300 anni dalla sua fondazione, come se questi non fossero passati. Camminando per le stradine acciottolate lungo le quali sorgono i tipici edifici coloniali con le facciate dipinte in calce bianca e i tetti con le caratteristiche tegole rosse, sarai pervaso da una sensazione di immensa pace e tranquillità. E spostandoti ai bordi del centro abitato potrai godere dei panormai mozzafiato delle Ande Colombiane

guida lonely planet Colombia

Come avrai notato leggerndo gli articoli sul mio blog, mi piacciono tantissimo le cittadine di piccole dimensioni che hanno saputo mantenere la loro autenticità nel corso del tempo.

È per questo che quando ho visitato la Colombia, dopo aver conosciuto la famosa Villa de Leyva nel dipartimento di Bocayá, ho fatto rotta verso Nord-Ovest verso quello di Santander e sono andato a Barichara, che dista solo 20 chilometri da San Gil, un’altra città che ti suggerisco di conoscere se visiti questa regione.

Ero molto attratto da Barichara perchè diverse persone incontrate durante i viaggio mi avevano raccontato che, proprio come Villa de Leyva, aveva uno stile marcatamente coloniale, ma che era addirittura molto più bella, tanto da essere forse il pueblo coloniale più bello della Colombia centrale.

E come ti puoi immaginare non ho saputo resistere, anche perchè già Villa de Leyva mi era sembrata stupenda.

Barichara: una città da film

Barichara è nata nel 1705, e da allora sembra non essere cambiata per nulla. Infatti, se passeggi per le sue vie acciottolate noterai i tipici edifici coloniali perfettamente imbiancati a calce con i tetti di tegole rosse, che si sono mantenuti praticamente intatti anche se sono passati più di 300 anni dalla loro costruzione.

E che si affacciano sulla grande piazza principale dalla quale si diramano le strade che degradano dolcemente a valle, regalandoti un panorama incantevole e suggestivo sul paesaggio sottostante.

Vivendo la cittadina respirerai un’atmosfera molto autentica ed avvolgente, ma allo stesso tempo elegante ed esclusiva, che ne hanno fatto una destinazione turistica molto visitata ed apprezzata dai colombiani benestanti, e da sempre più visitatori internazionali.

una strada di barichara

Questo perchè la municipalità ha progressivamente ristrutturato il suo centro storico a partire dal 1978, anno nel quale fu dichiarata monumento nazionale. Ma anche per la sua posizione panoramica sul Río Suarez, per il suo clima temperato e per bellezze naturali che la circondano ai piedi delle Ande, e che definiscono uno scenario incantevole di pace e tranquillità. E soprattutto per lo stile di vita bohémien.

Non è un caso che Barichara è quel genere di località che i cineasti di Hollywood sognano sempre per i loro film. Infatti negli anni sono tantissimi i film e le telenovelas ambientate per le sue vie e nei suoi dintorni, la maggior parte delle quali ovviamente di produzioni spagnole o latinoamericane.

Come ti puoi immaginare, a Barichara la vita scorre molto lentamente, e le sue ridotte dimensioni ti permetteranno di visitarla in meno di un’ora.

Di conseguenza, sta a te decidere se farci un salto in giornata da San Gil oppure decidere (come ho fatto io) di goderti la sua atmosfera rilassante per più tempo, cercando sistemazione per una notte in una delle tante incantevoli posadas che troverai nei pressi della piazza principale. E approfittarne per provare qualche specialità della cucina locale santandreana.

Cosa fare e vedere a Barichara

Come ti ho già detto, Barichara è molto piccola e per questo si gira velocemente. Se arrivi in autobus da San Gil ti fermerai ai bordi del Parque Principal, che è l’unica piazza della cittadina, al centro della quale c’è una bella fontana.

Questo è il punto di ritrovo della gente del posto, che si siede a chiacchierare sulle panchine al riparo dal sole grazie all’ombra creata dagli alberi che ornano il suo perimetro e i vialetti interni.

persone si riposano nel parque principal di barichara

Attorno ci sono sempre diversi venditori ambulanti che vendono gelati o dolci, per cui puoi approfittarne per prenderti qualche minuto e riposarti dal viaggio, che anche se breve è faticoso, perchè gli autobus sono davvero scomodi.

Ma attorno alla piazza ci sono anche diversi bar con tavolini all’aperto, dove berti una birra fredda o una tazza di buon caffè colombiano. E tante panetterie che vendono anche dolci molto golosi.

– Catedral de la Inmaculada Concepción

Un lato del Parque Principal è interamente occupato dalla Catedral de la Inmaculada Concepción (Cattedrale dell’Immacolata Concezione), che è`l’edificio più importante ed elaborato di Barichara. Ti accorgerai subito che è sproporzionato rispetto alle dimensioni della cittadina.

È stata costruita nel Secolo XVIII in arenaria, e il momento più bello per vederla è al tramonto, quando la muratura in pietra dorata della facciata si tinge di sfumature arancioni, che creano un bell’effetto di contrasto con il bianco candido degli edifici che la circondano interamente sugli altri tre lati.

Rispetto alle altre chiese coloniali spagnole ha un cleristorio, ovvero una seconda fila di finestre sopra la navata, che è un importante elemento distintivo.

– Parque Para Las Artes

Imboccando la Calle 5 sul lato sinistro della Cattedrale e proseguendo verso Nord fino all’estermità del centro abitato, incontrerai il Parque Para Las Artes, un piccolo e incantevole spazio verde abbellito da elementi decorativi acquatici e da statue realizzati da scultori locali.

il parque para las artes

All’interno del parco troverai anche un piccolo anfiteatro che di tanto in tanto ospita qualche concerto, anche se la sua funzione è più che altro decorativa.

Ti consiglio di visitare il parco soprattutto per ammirare il bellissimo panorama della valle circostante. Vacci di sera al calare del sole e lo spettacolo al quale assisterai ti lascerà letteralmente a bocca aperta.

– Taller Centro Día

Se desideri comprare qualche oggetto di artigianato tipico locale puoi percorrere la Calle 6 in direzione Sud fino al limite del centro urbano fino a trovare il Museo Aquileo Parra.

La sua corte ospita un collettivo di 24 artigiani specializzati nella produzione di borse e di altri articoli in fibre di fique utilizzando telai tradizionali. La fique è una fibra naturale ricavata dalle foglie dell’omonima pianta andina e dalle foglie di ananas.

donne che lavorano al taller del día

Oltre che per acquistare, puoi approfittare della visita per vedere il processo di produzione secondo le tecniche di tessitura tradizionali, che si tramandano di generazione in generazione. Io ci sono stato ed è stata davvero una bella esperienza, che consiglio anche a te.

– Fundación San Lorenzo

Se ti interessa l’artigianato locale, dopo aver visitato il Taller Centro Día puoi recarti alla Fundación San Lorenzo, che si trova all’incrocio tra la Carrera 5 e la Calle 3.

Questa è una piccola cartiera artigianale gestita da una piccola cooperativa di ragazze madri ti offre la possibilità di farti un’idea del processo di fabbricazione della carta artigianale a partire dalla fique. È solo un assaggio, perchè l’intero processo dura 4 mesi.

Puoi anche partecipare ad un laboratorio di base per imparare a produrre un foglio di carta con le tue mani.

centro san lorenzo di barichara

Il Camino Real: a piedi da Barichara a Guane

Una volta visitata Barichara puoi investire un paio d’ore per fare una bella camminata a piedi in mezzo alla natura fino al bellissimo paesino storico di Guane, del quale ti parlerò in un altro articolo.

Questo percorso si chiama Camino Real e ha una lunghezza di 5 chilometri. Inizia vicino al Parque Para Las Artes, e non puoi rischiare di sbagliare perchè il punto di partenza è identificato da una grande pietra sulla quale è scritto il nome.

Passeggiando nella quiete più assoluta lungo un sentiero fatto di pietra rossa quasi sempre completamente esposto al sole, potrai godere di un panorama mozzafiato che ti svelerà tutta la bellezza delle Ande.

il panorama andino dal camino real barichara-guape

Lungo il percorso incontrarai delle piccole mandrie di mucche bianchissime che stazionano oziosee, e se sei fortunato potrai avvistare anche qualche condor che volteggia sopra le montagne.

È una passeggiata bellissima che puoi tranquillamente fare anche se non sei allenato, perchè quasi sempre pianeggiante dopo la discesa della parte iniziale. Ma ricordati di metterti un cappello e di portare con te una bottiglia d’acqua, perchè se c’è il sole rischi di prenderti un’insolazione. E, ovviamente, anche un paio di scarpe comode, meglio se da trekking.

Una volta a Guane potrai ritornare a Barichara in autobus, ma ovviamente anche a piedi, se non sei stanco.

I 5 migliori alberghi dove dormire a Barichara

Come ti ho detto prima, puoi visitare Barichara in gionata da San Gil oppure fermarti a dormire li una notte per goderti la pace e la tranquillità che questa bellissima località coloniale può regalarti.

Se come ho fatto io decidi anche tu di fermarti, mi permetto di suggerirti 5 alberghi che ti offrono un’ottima relazione qualità prezzo. Il primo che ti consiglio è quello dove ho dormito io quando ci sono stato, mentre gli altri mi sono stati suggeriti da amici molto fidati che li hanno provati. Eccoli:

  • Casa Barichara Boutique (4 stelle, prezzo medio 2 persone a notte: 80-90 euro, valutato degli utenti di Booking.com >9)
  • Casa Mahanaim Barichara (4 stelle, prezzo medio 2 persone a notte: 80-90 euro, valutato degli utenti di Booking.com >9)
  • La Loma Hotel Barichara (4 stelle, prezzo medio 2 persone a notte: 60-70 euro, valutato degli utenti di Booking.com >9)
  • Finca San Pedro (3 stelle, prezzo medio 2 persone a notte: 50-60 euro, valutato degli utenti di Booking.com >9)
  • Casa Betel Hotel Boutique (3 stelle, prezzo medio 2 persone a notte: 30-40 euro, valutato degli utenti di Booking.com >9)

Se quelli che ho indicato non fanno per te, puoi cercare direttamente facendo clic sulla mappa qui sotto o indicando nel box le date che ti interessano. I prezzi che vedi sono riferiti a notte per due persone.

Booking.com
Condividi:

Ti è piaciuto l'articolo?