spazi espositivi instagramers gallery di madrid

Instagramers Gallery di Madrid: l’unica vera Mecca per gli appassionati di Instagram

Se come me sei un fanatico di Instagram e se hai in programma di viaggiare a Madrid non perdete l’occasione di andare al palazzo della Fundación Telefonica sulla Gran Via per visitare la Instagramers Gallery. Dall’Ottobre 2014 la Instagramers Gallery di Madrid la vera e propria Mecca di tutti gli Instagramers che si rispettano. Un vera galleria che ospita le fotografie più belle, innovative ed originali pubblicate sul social network da appassionati di tutto il mondo. Oltre alla mostra permanente alla Instagramers Gallery ci sono sempre esposizioni tematiche temporanee che si alternano

Come la maggior parte dei viaggiatori anch’io amo immortalare i luoghi più belli dei miei viaggi con tante fotografie per portare sempre con me i ricordi degli splendidi luoghi che ho avuto la fortuna di visitare e delle persone con le quali ho condiviso momenti indimenticabili.

E da quando i telefonini sono equipaggiati con fotocamere ad alta risoluzione sono diventati miei compagni di avventura perchè mi danno la possibilità di condividere le fotografie sui social. In questo modo posso raccontare immediatamente le mie sensazioni ed emozioni agli amici e a tutti quelli che hanno voglia di conoscerle.

In particolare sono un assiduo utente di Instagram che puoi installare sia su smartphone Android che Iphone. In pochi secondi hai la possibilità di mostrare le mie fotografie a milioni di utenti appassionati (chiamati Instagramers o più semplicemente Igers) sparsi per tutti i continenti.

Puoi interpretarle artisticamente in modo assolutamente personalizzato grazie ai numerosi filtri a disposizione e agli altri strumenti di foto ritocco. Se mi volete seguire cercatemi come @gattozorba e ne sarò davvero lusingato.

Instagram ha fatto nascere in milioni di persone, me compreso, un vero e proprio amore per l’arte visuale e per la sua condivisione contribuendo alla valorizzazione dell’espressione personale attraverso la fotografia digitale. Questo soprattutto grazie alla passione e all’impegno degli oltre 400 gruppi di Igers che dal 2011 si sono formati in oltre 60 paesi del mondo.

Il tutto nato dalla geniale intuizione del mio caro amico spagnolo Philip González (@philgonzalez) che prima degli altri ha percepito la necessità di dare all’applicazione un supporto concreto attraverso la delle Igers Community che organizzano contest fotografici e inziative promozionali tematiche.

Ad oggi le Igers Community organizzano in media 50 Instameet annui in ogni paese per diffondere la cultura della fotografia digitale nel mondo e hanno organizzato le IgersAcademy che sviluppano workshops e incontri formativi con lo scopo di dare consigli agli appassionati.

Ad oggi, dopo 4 anni dalla sua nascita, il sito web ufficiale degli Instagramers ha ricevuto più di 7 milioni di visite trasformandosi nella più importante community di fans di Instagram del mondo.

Gli Instagramers hanno addirittura una piazza intitolata in un paese della  Cataluña e un “InstaBebe” chiamato Mario, nato dall’amore tra due appassionati.

Pur non avendo ancora in mente l’idea di creare una vera e propria Instagramers Gallery, González si è reso immediatamente conto dell’entusiasmo dei “fotografi mobili” nel vedere le loro foto stampate ed esposte in qualche locale alla moda, gallerie artistiche temporanee o fiere d’arte.

Proprio sulla base di questa spinta ha incominciato ad organizzare le prime esposizioni di fotografi di Instagram di Spagna, ottenendo un enorme successo.

Con questo tarlo nella testa il passo non è stato molto lungo e la decisione di creare una vera e propria Instagramers Gallery è arrivata l’anno scorso.

La celebre Fundación Telefónica situata nel pieno centro della splendida città di Madrid all’angolo tra la Gran Via e Calle Fuencarral gli ha proposto la possibilità di ospitare nei suoi spazi l’esposizione delle migliori fotografie realizzate dagli Igers del mondo. 

L’inaugurazione ufficiale della Instagramers Gallery ha avuto luogo il 7 Ottobre 2014.

Gli spazi che accolgono la Gallery sono due e ospitano a seconda del momento tra 300 e 400 fotografie.

– L’esposizione permanente

Il primo di questi spazi è la Instagramers Gallery permanente che ospita le foto degli Instagramers Gallery Team formato da 31 artisti o fotografi di distinti paesi del mondo che rappresentano un vero e proprio punto di riferimento per il loro stile.

Ci sono i migliori scatti dei fotografi che si dedicato per esempio a rappresentare gli animali da compagnia, quelli che amano la fotografia in Bianco e Nero, gli appassionati di Street Photo, di minimalismo o di architettura.

Trovi l’esposizione permanente della Instagramers Gallery al primo piano e mentre ammiri gli scatti di questi guru della fotografia mobile puoi rilassarti sui divanetti o sui puff prendendo un caffè o sfogliando i libri nella biblioteca che ovviamente parlano di fotografia.

Gli artisti che espongono le loro foto nella sezione permanente dell’esposizione, oltre a Philip González (@philgonzalez) sono: @eljackson (Finlandia), @dansmoe (Finlandia), @wlad (Brasile), @kitkat_ch (Svizzera), @joseluisbarcia (Spagna), @thomas_k (Germania), @etna_11 (Svezia), @virgola (USA), @ifitwags (Canada), @jasonmpeterson (USA), @macenzo (Paesi Bassi), @giariv (Italia), @misshedwig (Spagna), @katia_mi (Russia), @hirozzzz (Giappone), @grether (USA), @hons24 (USA), @garethpon (Sudafrica), @sejkko @bossthefrenchbulldog (Svezia), @gmateus (Brasile), @hnato_nf (Messico), @cirkeline (Danimarca), @riamolde (Norvegia), @le_blanc (Germania), @takinyerphoto (USA), @oliviermorisse (Francia), @mrwhisper (UK), @timbrado (Francia), @kerry_fin (UK).

– L’esposizione temporanea

La seconda parte della Gallery è esposta su una parete che si trova nella parte bassa davanti al quale passano ogni giorno centinaia di visitatori della Fundación sulla quale vengono esposte le fotografie che vincono i concorsi di volta in volta organizzati.

È per questo motivo che questa parte della Instagramers Gallery è sempre diversa e ad ogni visita ti può regalare nuove sorprese.

Una delle recenti esposizioni era ad esempio dedicata alle migliori foto del contest #MadridOn e #MadridOff dove gli Insta-artisti hanno ritratto il giorno e la notte madrileña.

Questa parete però di solito ospita i vincitori di concorsi dedicati a tematiche più internazionali dove non si tiene conto ne della nazionalità del fotografo e nemmeno del luogo specifico dove è stata scattata la foto.

Oltre allo splendido lavoro organizzativo della Fundación Telefónica l’attività della Instagramers Gallery è curata dalla instagramer Kimberly Sunster (@Kimstamatic) che anima le attività e i concorsi mensili che appoggiano le tematiche dell’esposizione.

L’ultimo progetto è intitolato “#veocosas_adria: innovare con una fotografia” e realizzato in collaborazione con il famoso chef spagnolo aveva come tema l’immortalare in fotografie creative l’utilizzo di prodotti alimentari per creare delle forme che rappresentassero oggetti, monumenti o opere d’arte. E ovviamente le migliori sono state esposte nelle bacheche della Gallery.

E per finire un suggerimento: fai come me e impugna il il tuo smartphone per instagrammate il mondo cominciando magari dal bellissimo Mercado de El Rastro che si svolge tutte le domeniche e giorni festivi nel quartiere Embajadores di Madrid a poche centinaia di metri dalla Instagramers Gallery.

Se hai una mezza giornata di tempo puoi ad esempio decidere di mettere alla prova le tue doti di instagramer creativi per le strade della bellissima città di Toledo, a pochi chilometri dalla capitale spagnola.

Un’ultima riflessione. Peccato che la bellissima Barcelona che è notoriamente una città che anticipa le tendenze non abbia ancora una Instagramers Gallery. Si sente la sua mancanza anche perchè è una delle città più fotografata in Instagram.

Ciao @gattozorba

I 5 migliori hotel a Madrid in centro

Se decidi di visitare la Instagramers Gallery di Madrid e i suoi luoghi emblematici hai sicuramente bisogno di un hotel. Io ti consiglio vivamente di trovarne un hotel a Madrid nel cuore del centro, e in particolare nel cuore dei quartieri più emblematici: quello di Malasaña e quello di Chueca. Come ti ho detto prima questi due quartieri sono l’autentico cuore dello shopping e della movida serale, ma anche vicinissimi ai due ombelichi della città: la Puerta del Sol e la Gran Vía e ai musei più importanti. E poi da lì sei vicinissimo alla Instagramers Gallery.

Senza ombra di dubbio trovare un hotel a Madrid a Chueca o a Malasaña è anche la soluzione più comoda per visitare tutte le più importanti attrazioni della città di Madrid, in quanto connessa da diverse linee della metro. Ma è anche l’area vicino alla quale trovi i mercati gastronomici più tipici, tutti con stand che propongono autentiche prelibatezze culinarie spagole e internazionali nei quali mangiare diventa una vera esperienza.

Come già sai sono moltissimi anni che visito regolarmente la città di Madrid, per cui mi sento di suggerirti diversi hotel a Madrid nei quartieri di Chueca e di Malasaña dove ho soggiornato e nei quali sono sicuro puoi trovare un’ottima relazione qualità-prezzo.

I prezzi medi che ti indico si riferiscono a camera a notte, per 2 persone. Se gli hotel a Madrid che ti suggerisco non ti piacciono puoi trovarne quasi 6.000 sul sito Booking.com.

L’autobus turistico di Madrid

Cosa vedere quando visiti Madrid oltre all’Instagramers Gallery? L’Autobus turistico di Madrid (Madrid City Tour) è un servizio molto utile per conoscere in poco tempo tutti i “must” che ti propone la bellissima capitale spagnola grazie a bus a due piani con il tetto scoperto.

Puoi scegliere tra 2 itinerari diversi ma entrambi davvero interessanti che toccano anche altri luoghi di interesse di Madrid che per motivi di sintesi non ti ho raccontato:

  • Itinerario 1. Attraversa tutti i principali punti d’interesse del centro di Madrid, inclusa la Puerta de Alcalá, la Gran Vía, la Puerta del Sol, la Plaza Mayor, il Museo del Prado, la Cibeles, il Tempio di Debod, il Palazzo Reale e la Cattedrale dell’Almudena. Ha una durata di 80 minuti.
  • Itinerario 2. Arriva fino alle Quattro Torri di Madrid eseguendo delle fermate intermedie in luoghi come lo Stadio Santiago Bernabeu, Plaza de Toros, Plaza Castilla, Plaza Colón, Serrano e Ortega y Gasset. Ha una durata di 65 minuti.

Sull’Autobus turistico di Madrid hai a disposizione una audio guida diverse lingue (compreso l’italiano) per conoscere tutto quello che stai osservando durante la tua visita alla città di Madrid. Il biglietto dell’Autobus turistico di Madrid ha una validità di uno o due giorni consecutivi in base alla modalità scelta.

Indipendentemente dall’ora in cui si utilizza per la prima volta sarà valido fino al termine del primo o del secondo giorno.

Tante idee per scoprire il meglio di Madrid

Sei in cerca di idee sulle cose da vedere a Madrid per scoprire la sua autentica essenza? Qui ti suggerisco diverse proposte tematiche tutte molto interessanti tra le quali troverai sicuramente quelle che fanno per te!

Tra le cose da fare a Madrid ti suggerisco ovviamente i tour gastronomici, la visita ai suoi tanti musei e monumenti oltre alla scoperta delle tante curiosità e misteri che avvolgono la città.

Condividi:

Ti è piaciuto l'articolo?