scultura wonderland dell'artista Jaume Plensa

In viaggio per il mondo con le installazioni dell’artista catalano Jaume Plensa

Jaume Plensa è un artista catalano celebre in tutto il mondo per le sue sculture che rappresentano soprattutto corpi umani e volti. Le sculture di Jaume Plensa sono esposte all’interno dei classici musei ma soprattutto negli spazi urbani di molte città e paesi del mondo, Italia compresa. Nel loro insieme danno vita a quello che a me piace definire museo diffuso che attraversa i confini degli stati. Corpi e volti di uomini che rappresentano la natura umana, allo stesso tempo forte e fragile, che l’artista colloca in dimensioni che fanno percepire l’abbandono del peso della quotidianità e la preoccupazione per lo scorrere del tempo

Negli ultimi mesi il caso ha voluto che nelle due città francesi di Nizza e Antibes mi sono imbattuto casualmente in alcune stupende sculture che rappresentano volti di uomini. E che poi ho scoperto essere dell’artista catalano Jaume Plensa.

Opere grandi nella dimensione situate nello spazio pubblico che mi hanno comunicato un intenso senso di leggerezza e di tranquillità in contrasto con il rumore e la frenesia dell’ambiente che mi circondava.

L’arte di Jaume Plensa

Le opere dell’artista Jaume Plensa sono sempre discrete e assolutamente “silenziose” ma allo stesso tempo hanno uno straordinario potere di attrazione su chi si imbatte in loro e si ferma a contemplarle.

Jaume Plensa ama rappresentare la natura umana con al sua forza e la sua fragilità in una dimensione distante dal peso della quotidianità e indifferente allo scorrere del tempo. In modo discreto e silenzioso, addirittura introverso e scollegato dalla realtà.

Alcune sculture dell’artista Jaume Plensa sono totem urbani candidi che assumono la forma di grandi volti di uomo o di donna, bianchi o neri, un pò deformati in lunghezza, con gli occhi chiusi e i lineamenti sfumati. Da soli, in coppia o in sequenza.

Diverse volte le sculture di Jaume Plensa sono facce o corpi costituite da numeri e simboli matematici oppure da lettere e ideogrammi di diverse lingue e culture unite tra loro. Questa specifica scelta permette allo sguardo del visitatore di attraversarle e spesso anche di entrarci fisicamente giocandoci.

Queste opere permettono una sorta di interazione che ti portano fonderti con loro stesse, diventando parte delle stesse o del concetto che vogliono rappresentare.

Le più belle installazioni di Jaume Plensa

Nel caso dell’opera “Anima della Musica” che Jaume Plensa realizzò nel 2011 a Cremona non c’è un’unione di lettere bensì un intreccio di note musicali e delle linee del pentagramma proprio per rendere omaggio al Museo del Violino all’esterno del quale è installata.

Altre sculture dell’artista Jaume Plensa sono corpi di persone rannicchiate o in ginocchio posizionate per terra, su pedane o adagiate su piedistalli in una posizione che sembra allo stesso tempo d’attesa e di contemplazione. A volte anche di rassegnazione.

Spesso queste installazioni si illuminano di notte o cambiano colore diventando visibili anche da molto lontano quasi a voler diventare un punto di riferimento, un faro all’interno contesto urbano che le ospita.

Volti e corpi in diverse rappresentazioni che si ripetono costantemente senza mai stufare perché ogni volta nel lavoro dell’artista di Jaume Plensa c’è un dettaglio, una differenza, una particolarità che se colto rende uniche le sue installazioni. E sono sempre perfettamente inserite nel contesto che le ospita.

– “Ogijima’s Soul”, un omaggio di Jaume Plensa all’isola di Ogijima, in Giappone

Ma ci sono anche alcune installazioni come ad esempio quella chiamata “Ogijima’s Soul” del 2010 realizzata per accogliere i visitatori che arrivano con il ferry nell’isola giapponese di Ogijima.

La scultura è il tetto stesso del terminal passeggeri che si presenta armonico e avvolgente, costituito anche in questo caso da lettere intrecciate tra loro.

L’artista Jaume Plensa con Ogijima’s Soul pensa a  una specie di nuvola poetica che non solo protegge la struttura ma spiove fino a terra abbracciandola come in un abbraccio.

Le lettere che compongono il tetto sono assolutamente casuali. Come sempre semplici lettere e non parole, con l’obiettivo di rappresentare le differenti culture che compongono il mondo usando i seguenti alfabeti: Giapponese, Ebreo, Arabo, Cinese, Greco, Russo e Hindi.

Lo spazio traslucido dell’edificio permette alle persone di ammirare anche dall’interno il panorama dell’isola, la bellezza del piccolo paese sulla collina e il mare che si apre di fronte al porto.

– “The Crown Fountain”, un omaggio di Jaume Plensa a Chicago, negli USA

La scultura “The Crown Fountain” del 2004 è formata da due installazioni collocate una di fronte all’altra nel Millennium Park a Chicago negli Stati Uniti, davanti a uno specchio d’acqua.

In realtà queste due installazioni sono l’interpretazione molto personale e innovativa del concetto di fontana secondo l’artista Jaume Plensa.

L’acqua zampilla dalla bocca di persone che compaiono sullo schermo quando la loro bocca è aperta mentre il flusso si interrompe quando la bocca è chiusa.

Le fotografie di persone si alternano sullo schermo. Uomini e donne di diverse età con le quali i visitatori del parco posso in qualche modo interagire giocando con l’acqua.

– “The House of Birds”, un omaggio di Jaume Plensa a Mion Nakasato, in Giappone

Il desiderio dell’artista Jaume Plensa di collegare la terra e il cielo attraverso gli uccelli è una metafora dell’intoccabile alla base della scultura “The House of Birds” del 1999 a Mion Nakasato, Tokamachi-shi, in Giappone.

Una specie di memoria del rispetto e della gratitudine che l’artista Jaume Plensa è convinto che dobbiamo avere per le montagne, per i fiumi, per gli alberi, per le nuvole e per le stelle, unite tra loro dagli uccelli che volano in cielo e poi toccano terra.

– “Casa dorada para pájaros”, un omaggio di Jaume Plensa a Málaga, in Spagna

Un altro omaggio agli uccelli è la scultura “Casa dorada para pájaros” del 2001 che Plensa ha installato nel cuore del centro storico di Málaga in Spagna. La scultura è posizionata a 10 metri d’altezza rispetto ai 19 metri per quella simile in Giappone ma alla base ha lo stesso concetto.

Sono bellissime anche le sculture commissionate all’artista Jaume Plensa anche per gli spazi privati. Qui di seguito ti presento quelle che secondo me sono le più belle.

– “Breathing”, BBC Broadcasting House a Londra, Regno Unito

Secondo me bellissima è la scultura intitolata “Breathing” del 2005. Si tratta di un cono convesso di 48 piedi posizionato sul tetto della BBC Broadcasting House a Londra, dal quale l’emittente trasmette in tutto il paese.

Sul cono che si illumina anche di notte è inciso un messaggio dedicato al silenzio pensato dallo stesso Plensa che lo ha scelto come una sorta di antitesi al rumore delle trasmissioni che partono proprio da questo luogo.

Tutte le sculture dell’artista Jaume Plensa emanano una specie di aura di quiete e pace interiore che risulta inaspettatamente contagiosa. E che ti resta dentro anche quando ti sei voltato per andartene.

– “World Voice”, Dubai, Emirati Arabi Uniti

Stupefacente è la scultura “World Voice” del 2010 all’interno della The Residential Lobby del Burj Khalifa a Dubai composta da 196 piatti che rappresentano i 196 paesi della Terra.

La visione dell’artista Jaume Plensa simbolizza la collaborazione tra le persone provenienti da tutto il mondo che transitano e lavorano nell’edificio.

The Residential Lobby del Burj Khalifa a Dubai è un luogo che è soprattutto un punto d’incontro e di dialogo tra persone di diverse culture e nazionalità che si confrontano, si influenzano tra loro e contribuiscono ognuno a proprio modo alla crescita culturale universale. Un omaggio dell’artista Jaume Plensa alla diversità e la celebrazione della vita.

Come hai intuito, con le opere dell’artista Jaume Plensa è possibile fare un giro del mondo sensoriale e immaginario.

Prendi la valigia dell’immaginazione e viaggia dall’Europa agli Stati Uniti, per poi atterrare in Asia.

Le più importanti sculture in Italia e in Europa

– “In my faith, in my hope, in my love”, 2018

Location: Phønixbrygga, Fredrikstad, Norvegia

Commissionato da: Skulpturstopp Project, Norvegia, 2017

– “Love”, 2017

Location: Stationsplein, Leeuwarden, Friesland, Paesi Bassi

Commissionato da: Leeuwarden Fryslân – Culturele Hoofdstad van Europa, per il progetto “11 Fountains”

– “Carmela”, 2015

Location: Sant Pere més Alt – Palau de la Música Catalana, Barcelona, Spagna

Commissionato da: Palau de la Música Catalana

– “Set Poetes”, 2014

Location: Plaza Lidia Armengol Vila, Andorra la Vella, Andorra

Commissionato da: Banca Privada de Andorra

– “Drom”, 2012

Location: Clarion Hotel Post entrance, Gothenburg, Svezia

Commissionato da: Clarion Hotel Post, Gothenburg, Svezia

– “L’anima della musica”, 2011

Location: Museo del Violino, Cremona, Italia

Commissionato da: Fondazione Arvedi Buschini, Cremona, Italia

– “Body of knowledge”, 2010

Location: Goethe Universität Frankfurt, Frankfurt am Main, Germania

Commissionato da: Goethe Universität Frankfurt, Germania

– “Awilda in Salzburg”, 2010

Location: Dietrichsruh, Salzburg University, Sigmund Haffner-Gasser, Salzburg, Austria

Commissionato da: MKM / Sitiftung für Kunst und Kultur e.V / Salzburg Foundation, Austria

– “Nomade”, 2010 

Location: Bastion Saint-Jaume, Quai Rambaud, Antibes, Francia

Commissionato da: Mairie d’Antibes, Antibes, Francia

– “Dream”, 2009

Location: Sutton Manor, St Helens, Liverpool, Regno Unito

Commissionato da: St Helens Council / Liverpool Biennial for Contemporary Art, Regno Unito

– “House of knowledge”, 2008

Location: Textile Fashion Center, Borås University, Borås, Svezia

– “El alma del Ebro”, 2008

Location: Expo 2008 enclosure Ranillas, Zaragoza, Spagna

Commissionato da: EXPOZARAGOZA 2008, Zaragoza, Spagna

– “Conversation à Nice”, 2007

Location: Place Masséna, Nice, Francia

Commissionato da: Commuanuté d’Agglomération Nice Côte d’Azur, Nice, Francia

– “Breathing”, 2005

Location: BBC Broadcasting House, London, Regno Unito

Commissionato da: BBC Broadcasting House

– “Casa dorada para pájaros”, 2001

Location: Plaza Félix Sáenz, Málaga, Spagna

– “Mi casa en Torrelavega”, 2001

Location: Paseo de Julio Hauzeur, Torrelavega, Spagna

Commissionato da: Ayuntamiento de Torrelavega

– “Seele?”, 2002

Location: Neanderthal Park, Düsseldorf, Germania

Commissionato da: Neanderthal Museum

– “Glaserner Seele or Mr. NET in Brandenburg”, 2000

Location: Land Brandenburg, Germania

Commissionato da: Ministerium für Wirtschaft des Landes Brandenburg

– “Capsa de Llum”, 1998

Location: Gran Via de Jaume I and Avenida Ramon Folch, Girona, Spagna

Commissionato da: the City of Girona

– “Blake in Gateshead”, 1996

Location: Baltic Centre of Contemporary Art, Gateshead, Regno Unito

Commissionato da: the Metropolitan Borough Council Libraries and Arts, Gateshead

– “Islas”, 1995

Location: Rambla de Santa Cruz, Tenerife, Spagna

Commissionato da: Colegio de Arquitectos de Canarias

– “Born”, 1992

Location: Passeig del Born, Barcelona, Spagna

Commissionato da: Cultural Olympiad, s.a. The Olympic Games of Barcelona and the City of Barcelona

– “Auch”, 1991

Location: Escalier Monumentale and Place Barbès, Auch, Francia

Commissionato da: the City of Auch and the Ministère de l’Education Nationale et de la Culture, Délégation aux Arts Plastiques

Le più importanti sculture negli USA

– “Pacific Soul”, 2018

Location: Pacific Gate, San Diego, California, USA

Commissionato da: BOSA Development and Fine Arts Service LLC

– “Looking into my breams”, Awilda, 2012

Location: PAMM-Pérez Art Museum Miami, Miami, USA

– “Laura”, 2012

Location: Albright-Knox Museum, Buffalo, New York, USA

Commissionato da: Albright-Knox Museum, Buffalo, New York, USA

“Mirror”, 2012

Location: Campus of the Rice University, Houston, Texas, USA

Commissionato da: Rice University, Houston, Texas, USA

“Echo”, 2011

Location: Olympic Sculpture Park, Seattle Art Museum, Seattle, USA

– “Tolerance”, 2011

Location: Harmony Walk, Buffalo Bayou Park, Allen Parkway at Montrose Boulevard, Houston, Texas, USA

Commissionato da: Greater Houston Community Foundation, Houston, Texas, USA

– “Alchemist”, 2010

Location: MIT–Massachusetts Institute of Technology, Cambridge, Massachusetts, USA

Commissionato da: MIT–Massachusetts Institute of Technology, Cambridge, Massachusetts, USA

– “Nomade”, 2007

Location: Pappajohn Sculpture Park, Des Moines Art Center, Des Moines, Iowa, USA

– “The crown fountain”, 2004

Location: Millennium Park, Chicago, USA

Commissionato da: Public Art Program, Department of Cultural Affairs, Chicago

– “Talking continents”, 2003

Location: Jacksonville Arena Plaza, Jacksonville, Florida, USA

Commissionato da: Art In Public Places Commission, City of Jacksonville, Florida

– “El corazón de las palabras”, 2000

Location: USA Today Headquarters, McLean, Virginia, USA

Commissionato da: Gannett / USA Today

Le più importanti sculture in Asia

– “Bankok soul”, 2017

Location: MahaNakhon Building, Bangkok, Tailandia

– “Possibilities”, 2016

Location: Lotte World Tower, Seoul, Corea del Sud

Commissionato da: Lotte Art Project, Seoul, Corea del Sud

– “Roots”, 2014

Location: Toranomon Hills, Tokyo, Japan

Commissionato da: Mori Building Corporation, Tokyo

– “House of memory”, 2012

Location: Shanghai IFC Mall, Lujiazui, Pudong, Shanghai, Cina

Commissionato da: Shanghai Tech Pro International Trading Co Ltd, Shanghai

– “Soul”, 2011

Location: Ocean Financial Centre, Singapore

Commissionato da: OFC Public Art Project Ocean Properties, Singapore

– “Ogijima’s soul”, 2010

Location: Ogijima Community Hall, Seto Inland Sea, Prefettura di Kagawa, Giappone

Commissionato da: The City of Takamatsu

– “Even Shetia”, 2010

Location: Towada Arts Center, Aomori, Giappone

Commissionato da: Arts Towada / Fumio Nanjo & Ass.

– “World voices”, 2010

Location: Burj Khalifa, Dubai, Emirati Arabi Uniti

Commissionato da: Emaar Properties – Burj Khalifa Developments, Dubai

– “White twins”, 2004

Location: Coredo Nihonbashi, Tokyo, Giappone

Commissionato da: A.I.M Corporation, Tokyo, Japan / Nihonbashi 1-Chome Project

– “Bridge of light”, 2002 

Location: Mishkenot Sha’ananim, Gerusalemme, Israele

Commissionato da: The Jerusalem Foundation

– “Seven deities of Good fortune”, 2000

Location: Daikanyama, Shibuya, Tokyo, Giappone

Commissionato da: Daikanyama Project

– “Transparents doubts”, 2000

Location: University of Shizuoka for Culture and Art, Hamamatsu, Giappone

Commissionato da: the University of Shizuoka for Culture and Art, Hamamatsu

– “The house of birds”, 1999

Location: Mion Nakasato, Giappone

Commissionato da: the Echigo-Tsumari Art Festival 2000

– “Twins II”, 1998

Location: Gimpo, Corea del Sud

Commissionato da: KBS CPE Office and Kimpo City, 1998

– “Magritte’s dream”, 2001

Location: Aino Station, Fukuroi City, Giappone

Commissionato da: Fukuroi City

– “Faret Tachikawa”, 1994

Location: Tachikawa City, Giappone

Commissionato da: The Housing and Urban Development Corporation and Tachikawa City

Le più importanti sculture in Canada

– “Source”, 2017

Location: Bonaventure Gateway, Montreal, Canada

Commissionato da: City of Montreal’s Public Art Bureau per il 375-esimo anniversario

– “Wonderland”, 2012

Location: The Bow, Calgary, Alberta, Canada

Commissionato da: Encana Corporation, Calgary, Alberta, Canada

– “As One”, 2003

Location: Lester B Pearson International Airport, Baggage Claim Area, Toronto, Canada

Commissionato da: The Greater Toronto Airport Authority

Condividi:

Ti è piaciuto l'articolo?