Lisbona – Ricette dal cuore del Portogallo: un viaggio gastronomico attraverso le prelibatezze tipiche della cucina portoghese

Lisbona: Ricette dal cuore del Portogallo” (titolo originale “Lisbon: Recipes from the heart of Portugal“) di Rebecca Seal, giornalista, editrice e presentatrice TV inglese specializzata in gatronomia, viaggi e lifestyle, è un affascinante libro di ricette di piatti tipici di Lisbona, ma anche di piatti tipici del Portogallo. Troverai tantissime suggestioni culinarie, che vanno dai consigli per preparare dei deliziosi petiscos ai segreti per cucinare le migliori ricette della cucina tipica portoghese. In estrema sintesi è un vero e proprio omaggio al cibo portoghese

guida portogallo

Quando ho visitato Lisbona quest’estate durante un lungo viaggio in moto dal Sud al Nord del Portogallo, non sono rimasto a bocca aperta solo per le sue bellezze architettoniche e per l’atmosfera cosmopolita che si respira ad ogni angolo della città, ma anche per la sua incredibile ricchezza gastronomica che si può assaporare sia nelle taverne tipiche, direttamente per strada, o nei tanti mercati gastronomici sparsi qua e là per la città.

Al di la di Lisbona, i piatti tipici portoghesi rappresentano un aspetto fondamentale e segno distintivo di tutta la cultura portoghese, ed è un vero e proprio rito sociale; l’allegria e il buon umore che caratterizzano la tipica abitudine a condividere i piatti è infatti un elemento primordiale della vita dei portoghesi, e che spiega la tradizione dei famosi petiscos, forse i più conosciuti tra i prodotti tipici portoghesi.

I petiscos, piatto tipico portoghese, assomigliano alle tapas spagnole, ma sono decisamente più sostanziosi, si servono per essere condivisi, e spesso assomigliando di più a un vero e proprio piatto che a un aperitivo da stuzzicare per aprire lo stomaco. Ma al di la di questi sfiziosi aperitivi, nel libro di Rebecca Seal ci sono centinaia di squisite ricette portoghesi tra primi, secondi, contorni e dolci, ognuno dei quali grado di sottolineare ed enfatizzare i deliziosi prodotti tipici di ogni regione di questa meravigliosa terra.

La cucina portoghese nel libro “Lisbona: Ricette dal cuore del Portogallo”

La giornalista ed autrice inglese Rebeca Seal, attraverso la pubblicazione Lisbon: Recipes from the heart of Portugal (Lisbona: Ricette dal cuore del Portogallo), pubblicato proprio qualche giorno fa, ci invita a conoscere e a preparare le ricette più tipiche della gastronomia lisboneta cucinate rigososamente con l’uso dei prodotti tipici di Lisbona, come per esempio i classici pasteis de Belem, o il delizioso Bacalao a la bras (Baccalà alla brace). Nel suo libro ci sono ricette per qualsiasi momento del giorno, dai petiscos alle zuppe, passando per le insalate, pesci, carni, dolci e bevande.  

Ma non si limita a queste, infatti incorpora piatti tipici di tutta la cultura portoghese, come ad esempio una zuppa tipica del Nord, che è uno dei più gustosi primi piatti portoghesi chiamata caldo verde (brodo verde), o la carne de cerdo a la alentejana (carne di maiale alal alentejana), uno dei più gustosi cibi portoghesi. Io sono un gran goloso e quindi per me le ricette migliori sono quelle dei dolci tipici portoghesi, tra le quali soprattutto quelle dei dolci tipici di lisbona, molti dei quali li ho provati proprio durante il mio viaggio.

Non è esagerato considerare “Lisbon: Recipes from the hearth of Portugal” una vera e propria dichiarazione d’amore culinaria alla capitale portoghese, romantica e boemia, però sempre più moderna e all’avanguardia. Un libro di ricette tipiche della cucina portoghese che ci fa immergere in modo orginale nella terra del Fado, e che ci invita a scoprire i piatti tipici di Lisbona assaggiandoli nei tanti ristoranti tipici mentre si fa un passeggio tra le strette viuzze in salita che sono uno dei segni distintivi della città.

Anche le fotografie presenti nel libro, del famoso fotografo Steven Joyce, sono davvero stupende, non solo perchè presentano i piatti tipici di Lisbona in modo molto accattivante facendoci venire l’acquolina in bocca. Ma ci permettono anche di conoscere il giorno per giorno e il carattere, molto allegro e scherzoso, degli abitanti di Lisbona e dell’intero Portogallo.

La Lisbona Card e l’Autobus turistico

Lisbona non è una città che merita di essere conosciuta solo per la sua deliziosa cucina portoghese tipica, ma anche per visitare i suoi bellissimi e suggestivi quartieri, che ti sapranno regalare emozioni indimenticabili.

Visitare le attrazioni di Lisbona richiede molto tempo e non è per nulla economico. Soprattutto se visiti la città solo per un fine settimana non ne avrai molto per scoprire la sua incredibile bellezza. E sarebbe un vero peccato sprecare questa occasione per conoscere quante più cose possibili.

Per questo motivo ti consiglio di fare come ho fatto io quando ci sono stato e di comprare la Lisbona Card, che è una tessera a tempo con la quale avrai la possibilità di entrare gratuitamente oltre 30 delle attrazioni più embelatiche, tra le quali l’Ascensore di Santa Justa, dal quale potrai avere una magnifica vista della città dall’alto.

Sono previste 3 opzioni: da 24 ore, 48 ore e 72 ore dal momento del primo utilizzo, durante le quali potrai usufruire in modo illimitato del trasporto pubblico: metro, autobus, ascensori pubblici e tram.

Anche l’Autobus turistico di Lisbona è un servizio molto utile per conoscere in poco tempo tutti i “must della città” su bus a due pieni con il tetto scoperto.

Come per la Valencia Tourist Card ha una validità di 24 ore durante le quali potrai salire o scendere liberamente da ognuna delle fermate che costituiscono i 3 percorsi previsti: Tour panoramico di Lisbona, Tour del Tago, Tour di Belém.

E poi hai a disposizione una audio guida molte lingue (compreso l’italiano) per conoscere tutto quello che stai osservando.

Una volta acquistato il biglietto, cliccando sul link che ho messo sopra, lo riceverai immediatamente sul tuo smartphone. E per salire sugli autobus ti basterà farlo vedere al conducente, evitando la coda che è sempre lunghissima.

I 5 migliori alberghi e i 5 migliori ostelli dove dormire a Lisbona

Il modo migliore per vivere Lisbona è quello di prenotare una stanza d’albergo nel cuore del centro o nelle sue immediate vicinanze.

Visto che a Lisbona ci sono stato diverse volte, e ho provato diversi alberghi e diversi ostelli, ti suggerisco quelli che secondo me offrono la migliore relazione qualità/prezzo, oltre ad un’ottima location. Io mi ci sono trovato benissimo, quindi sono sicuro che ti troverai bene anche tu.

Ecco i 5 migliori alberghi a Lisbona:

  • Alecrim ao Chiado (4 stelle, prezzo medio 2 persone a notte: 110-120 euro, valutato degli utenti di Booking.com >9)
  • Lisboa Pessoa Hotel (4 stelle, prezzo medio 2 persone a notte: 100-110 euro, valutato degli utenti di Booking.com >9)
  • Holiday Inn Express – Lisbon – Plaza Saldanha (3 stelle, prezzo medio 2 persone a notte: 90-100 euro, valutato degli utenti di Booking.com >8)
  • Exe Liberdade (3 stelle, prezzo medio 2 persone a notte: 90-100 euro, valutato degli utenti di Booking.com >8)
  • Hotel Gat Rossio (3 stelle, prezzo medio 2 persone a notte: 70-80 euro, valutato degli utenti di Booking.com >8)

Ecco i 5 migliori ostelli a Lisbona:

  • Lisboa Central Hostel (prezzo medio 2 persone a notte in camera matrimoniale: 70-80 euro, valutato degli utenti di Booking.com >9)
  • We Love F Tourists (prezzo medio 2 persone a notte in camera matrimoniale: 60-70 euro, valutato degli utenti di Booking.com >9)
  • Liv’in Lisbon Hostel (prezzo medio 2 persone a notte in camera matrimoniale: 60-70 euro, valutato degli utenti di Booking.com >8)
  • Delight Hostel (prezzo medio 2 persone a notte in camera matrimoniale: 40-50 euro, valutato degli utenti di Booking.com >7)
  • Atlantic Hostel (prezzo medio 2 persone a notte in camera matrimoniale: 40-50 euro, valutato degli utenti di Booking.com >7)

Se vuoi fare da te niente in contrario. Guarda direttamente nella mappa qui sotto tra le diverse proposte nelle date che ti interessano

Booking.com

Condividi:

Ti è piaciuto l'articolo?