palio di ferrara cavalli

A Ferrara per vivere le emozioni del palio più antico del mondo

Nel cuore dell’Emilia Romagna, a pochi chilometri da Bologna e Venezia, Ferrara è una città che regala ai visitatori un impressionante patrimonio monumentale, oltre a una serie di eventi di grandissimo interesse culturale, tra i quali il Palio di Ferrara, che pare essere il più antico del mondo, e che è l’evento conclusivo di tre fine settimana dedicati a rievocazioni storiche che ricordano e celebrano i fasti della dominazione estense”

A pochi chilometri da Bologna e da Venezia, Ferrara è una bella cittadina di provincia con un ricchissimo patrimonio storico e culturale, ma anche un interessante calendario di eventi che si snodano durante tutto l’arco dell’anno, tra tutti uno dei più importanti è il Palio.

Il Palio di Ferrara (così come il Palio di Siena) è uno di quegli eventi che si dovrebbero vedere almeno una volta nella vita, non tanto per la corsa dei cavalli in se stessa, ma per il loro valore storico. È infatti considerato quasi all’unanimità come il Palio più antico del mondo, tanto che viene fatto risalire addirittura al 1259. Ho detto quasi all’unanimità perchè soprattutto i senesi rivendicano questo primato al Palio di Siena, senza ombra di dubbio molto più famoso.

Il Palio di Ferrara

Il Palio di Ferrara si svolge tutti gli anni l’ultima domenica del mese di Maggio in Piazza Ariostea e racconta l’antica competizione tra le quattro diverse contrade (o rioni) che si trovano tra le mura del centro storico della città estense: Santa Maria in Vado (con i colori giallo e viola), San Benedetto (con i colori bianco e azzurro), San Paolo (con i colori bianco e nero), Santo Spirito (con i colori giallo e verde).

Oltre che dai quattro borghi: San Giovanni (con i colori rosso e blu), San Luca (con i colori rosso e verde), San Giorgio (con i colori giallo e rosso) e San Giacomo (con i colori giallo e blu).

Non puoi nemmeno immaginare la quantità di gente che invade Piazza Ariostea e la città intera quando c’è il Palio di Ferrara . E non sono solo turisti, ma ci sono anche moltissimi ferraresi che ogni anno non si perdono la competizione nella speranza che il Palio venga vinto dal Campione che rappresenta la loro contrada.

I campioni delle diverse contrade e borghi che partecipano al Palio di Ferrara si sfidano in quattro avvincenti competizioni (palii), come vuole la tradizione dedicati a quattro santi diversi: la corsa delle putte dedicato a San Paolo, la corsa dei putti dedicato a San Romano, quello delle asine dedicato a San Maurelio, e quello dei cavalli dedicati a San Giorgio.

Il Palio di Ferrara è in realtà il terzo e conclusivo evento di tre fine settimana durante i quali la città festeggia la sua antica storia, vestendosi a festa con i colori delle contrade e dei borghi.

– Antichi giochi delle Bandiere

Due fine settimana prima di quello durante il quale si svolge il Palio più antico del mondo l’appuntamento è con gli Antichi Giochi delle Bandiere, l’eccezionale esibizione dei famosi sbandieratori del Palio di Ferrara che negli anni per la loro bravura hanno vinto numerosi concorsi nazionali ed internazionali.

È davvero fantastico vedere le grandi bandiere colorate volare da un lato all’altro della piazza, incrociandosi perfettamente ad altezze improbabili, per poi scendere nella giusta posizione così da essere afferrate con movimenti acrobatici dagli abili sbadieratori, ovviamente tutti vestiti con i costumi del tempo.

Questi movimenti perfetti si sincronizzano con la musica tradizionale, dove il ruolo di protagonisti è assegnato al ritmo delle trombe e dei tamburi, che trasformano l’esibizione in un evento quasi ipnotico, e che riportano la città di Ferrara alle festose atmosfere dei secoli d’oro del principato estense.

– Corteo storico del Palio di Ferrara

Il fine settimana prima del Palio di Ferrara l’appuntamento è invece con il grande Corteo Storico, al quale partecipano più di 1000 figuranti (rigorsamente in abiti tradizionali) che percorrono le più importanti vie del centro della città con gli stendardi e i gonfaloni, anche questa volta accompagnati dalla musica tradizionale, per poi riunirsi nella piazza del comune, davanti al magnifico Castello Estense, per ricevere l’acclamazione del pubblico.

Questo è anche il momento durante il quale ogni contrada presenta ai Signori “li Campioni” che il successivo fine settimana si sfideranno nelle gare che costituiscono il Palio di Ferrara.

Che vinca il migliore!!! E fate come me: non andate a Ferrara solo per assistere al palio più antico del mondo, ma prendetevi il tempo per scoprire il fantastico patrimonio storico culturale che la città offre. E tornateci verso la fine del mese di Agosto, per partecipare all’ormai emblematico Ferrara Buskers Festival, uno degli appuntamenti di street art più importanti d’Italia e d’Europa.

E magari puoi anche cogliere l’occasione per fare una tappa alla vicina città di Bologna, dove puoi visitare il bellissimo centro storico e vedere gli edifici più emblematici che formano il percorso del Genius Bononiae.

Tanti buoni motivi per visitare Ferrara durante il Palio di Ferrara

Certo, è chiaro che il motivo principale per venire a Ferrara durante il Palio di Ferrara è quello di respirare la magica atmosfera che si crea tra le vie e le piazze del centro storico, lo stupendo palcoscenico nel quale la musica e le esibizioni dei figuranti in abiti medioevali si fonde con la maestosità del patrimonio monumentale cittadino generando un mix alchemico.

Ma proprio perchè Ferarra ha un’incredibile ricchezza storica, artistica e culturale, il Palio di Ferrara è un’ottima occasione che ti suggerisco di prendere al volo per conoscere, toccare con mano e farti rapire dalla sua unicità. E lo spazio di un fine settimana è già un tempo sufficiente per assaggiarla e comprendere il suo carattere serio e risoluto, ma allo stesso tempo sensuale, molto romantico e misterioso.

Giusto per darti qualche suggestione, una volta arrivato in città per assistere al Palio di Ferrara devi assolutamente conoscere le ricchezze contenute nelle sale del Castello Estense, il suo maestoso simbolo, con le sue quattro torri circondate dal fossato che ancora oggi è pieno d’acqua e navigabile con una barchetta.

Ma anche gli interni della Cattedrale di Ferrara, costruita a partire dal XII sec., che porta i segni di tutte le epoche storiche attraversate dalla città. È una delle tantissime chiese a Ferrara, ma la riconoscerai dalle altre per la bellezza della facciata. Entra per rimanere a bocca aperta dalla perfezione della sua struttura e per la ricchezza delle sue decorazioni.

Ovviamente di cose da vedere ce ne sono tantissime di più, ma te le svelerò in un altro articolo che voglio dedicare a Ferrara. Ti ho incuriosito vero? Intanto però, prima di salutarti, voglio dirti che visitare Ferrara durante il Palio di Ferrara è anche un’ottima occasione per assaggiare la gastronomia tipica locale, che ha ricette davvero squisite. Primi, secondi e dolci davvero deliziosi, che potrai provare in uno dei tanti ristoranti nel cuore del centro storico. Il mio piatto prefirito? Ovviamente la salama da sugo, un delizioso insaccato che si mangia con il purè.

Scopri Ferrara con una visita guidata o con un tour in bicicletta

Se hai poco tempo e vuoi conoscere il meglio di Ferrara durante il suo Palio di Ferrara, soprattutto il suo fantastico centro storico, ti consiglio di farlo con una visita guidata o con un tour in biciletta, che ti farà sentire un vero ferrarese, perchè a Ferrara le biciclette sono in assoluto il mezzo di trasporto preferito dagli abitanti, tanto che pare siano di più delle persone.

Gli 8 migliori B&B e hotel a Ferrara

Come ti ho gà suggerito, evita una toccata e fuga in giornata a Ferrara solo per assistere al Palio di Ferrara, e valuta invece di fermarti qualche giorno per conoscere almeno una parte del suo immenso patrimonio storico e culturale. A Ferrara ci sono stato molto volte e per questo mi permetto di suggerirti diversi B&B e hotel nel centro storico che conosco personalmente e dove sono sicuro ti troverai molto bene. I prezzi medi che ti indico si riferiscono a camera, a notte, per due persone. E sotto trovi una mappa dove ci sono tutte le strutture disponibili a Ferrara.

Booking.com
Condividi:

Ti è piaciuto l'articolo?