il dettaglio della Sardenaria

La Sardenaira: una squisita focaccia ligure farcita tipica di San Remo e della Provincia di Imperia, ma anche della prima Costa Azzurra

federico belloni professional travel blogger
Federico Belloni Professional Travel Blogger

La Sardenaira è una squisita focaccia ligure condita con aglio, olive taggiasche, olio extra vergine di olive, pomodoro e ovviamente sardine. Tipica della città di Sanremo e della provincia di Imperia, è preparata anche nella prima Costa Azzurra francese. È un’ottimo piatto Street Food, da gustare come aperitivo, ma anche come piatto unico a pranzo o a cena

Se ti piacciono le focacce devi assolutamente provare la Sardenaira, una squisita specialità della cucina ligure risalente addirittura al 1300 – 1400, molto diffusa nella Provincia di Imperia, ma anche nella prima Costa Azzurra, soprattutto a Mentone, Montecarlo e a Nizza.

una teglia di Sardenaira
Una teglia con una Sardenaira quadrata | Fonte: Piccole Ricette

La Sardenaira è molto diversa sia dalla focaccia alla genovese sia dalla focaccia di Recco con il formaggio, anche se come queste è davvero una prelibatezza, che può essere presa come aperitivo o sostituire il pasto e la cena.

A me piace davvero tantissimo come stuzzichino durante l’aperitivo, e l’accompagno con un bicchiere di Chinotto, anche se questa è la bevanda tipica di Savona. Mischiare piatti di diverse origini geografiche è davvero stupendo, immagino che sarai d’accordo con me!

Gli ingredienti con i quali è condita questa squisita focaccia sono ovviamente quelli tipici della Liguria. Ci sono i filetti di acciughe sotto sale dissalati, aglio, olio extra vergine di oliva e olive taggiasche. A questi, dopo la scoperta dell’America, è stato aggiunto il pomodoro.

Anche se la vera Sardenaira è quella preparata a Sanremo, perchè al posto delle acciughe vengono utilizzate le sardine.

il dettaglio della Sardenaria
Il dettaglio di una squisita Sardenaria di San Remo | Fonte: Riviera24

La Sardenaira è chiamata anche Pizza all’Andrea, in onore del più celebre degli onegliesi, l’ammiraglio Andrea Doria, a quel tempo principale protagonista della politica della Repubblica di Genova.

A questa origine etimologica se ne aggiunge un’altra, che richiama il nome dall’analoga preparazione provenzale Pissaladière (o Pissaladiero in nizzardo), derivato da peis salat, pesce salato), la cui preparazione sarebbe iniziata in Francia dai cuochi romani al seguito del Papa, quando la sede pontificia era ad Avignone.

una sardenaria da record
Una Sardenaria di 38,10 metri, Guinness World Record, preparata a San Remo nel 2016 | Fonte: Riviera24

La Pissaladière (pissaladiera in nizzardo) è però senza pomodoro ma con l’aggiunta di cipolle.

Anche se è chiamata Pizza all’Andrea non farti confondere. Non ha infatti nessuna affinità con la pizza napoletana anche se spesso la forma è molto simile: infatti si può trovare quadrata o rotonda.

La Sardenaira è conosciuta anche con altri nomi a seconda della specifica zona dove si mangia: pissalandrea, piscialandrea, pizzalandrea, pissadella, o sarden aira.

Condividi:

Ti è piaciuto l'articolo?