Las manos cruzadas de kotosh al MNAAHP

Museo Nacional de Arqueología, Antropología e Historia del Perù (MNAAHP) a Lima: il museo più importante del Perù

federico belloni professional travel blogger
Federico Belloni Professional Travel Blogger

Con oltre 100.000 reperti esposti, il Museo Nacional de Arqueología, Antropología e Historia del Perú (MNAAHP) non è solo il più importante di Lima, ma addirittura dell’intero Perù. La sua collezione permanente contiene opere di inestimabile valore storico e culturale provenienti dalle diverse culture pre-colombiane, tra i quali i più importanti sono l’Obelisco Tello, las Manos Cruzadas de Kotosh, e l’Estela de Raimondi

Il Museo Nacional de Arqueología, Antropología e Historia del Perú (MNAAHP) è stato fondato nel 1822, ed è in assoluto il museo più antico del Paese. Si trova a Lima, nel quartiere di Pueblo Libre.

Il MNAAHP ospita nelle sue sale una enorme varietà di oggetti che hanno una grandissima importanza storico-culturale; in totale circa 100.000 pezzi che delle diverse popolazioni che hanno abitato il Perù lungo tutte le epoche storiche.

Museo de Arqueología Antropología Historia de Perù | L'edificio che ospita il MNAAHP | Fonte: MNAAHP
L’edificio che ospita il MNAAHP | Fonte: MNAAHP

La grandissima varietà dei pezzi esposti, oltre alla loro importanza e qualità, lo convertono nel museo in assoluto più importante del Paese.

Tra i suoi tesori più importanti potrai trovare le Manos Cruzadas de Kotosh, uno degli altorilievi che rappresentano braccia incrociate rinvenuti dagli archeologi in quello che è chiamato Templo de las Manos Cruzadas, nella zona archeologica di Kotosh, nella Provincia di Huánuco.

Las manos cruzadas de kotosh al MNAAHP
Las Manos Cruzadas de Kotosh | Fonte: MNAAHP
la estela de raimondi al MNAAHP
La Estela de Raimondi esposta al MNAAHP | Fonte: MNAAHP

Oltre a questo conoscerai anche la Estela de Raimondi (Stella di Raimondi), un monolito appartenente alla cultura Chavín a forma di parallelepipedo con uno dei suo lati adornati con un rilievo che raffigura un essere mitologico.

Riflette lo stile artistico tipico di questa antica cultura, che si sviluppò soprattutto nella Provincia di Huari, uno dei principali centri religiosi dell’emisfero occidentale.

Si chiama così in omaggio al naturalista e geografo italiano Antonio Raimondi, che si prodigò per il suo trasferimento a Lima per studiarla in modo più approfondito.

Sempre appartenente alla cultura Chavín è l’Obelisco Tello, una scultura di pietra a forma di prisma rettangolare scoperta nella località di Chavín de Huántar, che probabilmente era un’icona del cerimoniale religioso.

l'obelisco tello esposto al MNAAHP
L’obelisco Tello esposto al MNAAHP | Fonte: MNAAHP

La sua superficie è ricoperta da disegni che rappresentano divinità mitiche, anche se l’interpretazione esatta è motivo di controversia tra gli studiosi. Una cosa è certa: si tratta della figura iconografica più complessa e interessante di questa cultura.

Si chama così in omaggio dell’archeologo Julio Tello, che fu il primo a studiarlo, e a metterne in evidenza la grande importanza.

Oltre a queste fondamentali testimonianze della cultura del Perù antico, sono esposte anche molte opere più recenti, come le pitture del periodo virreinal (tra il Secolo XVI e XIX) della Escuela cuzqueña de pintura (Scuola di pittura di Cusco), così come del periodo repubblicano.

il museo nacional de arqueología antropología historia è uno dei musei di lima
Una sala del Museo Nacional de Arqueología Antropología Historia | Fonte: MNAAHP

Il Museo Nacional de Arqueología, Antropología e Historia del Perú (MNAAHP) è bellissimo, ma è solo uno di tanti musei che vale davvero la pena conoscere se stai visitando la fantastica capitale del Perù.

Ti è piaciuto il mio articolo? Metti un bel “MI PIACE” sulla mia pagina Facebook

Rispondi